As Roma, Luis Enrique: a Catania con grande fiducia. Montella: una gara come le altre

0
44

Walzer di conferenze stampa questa mattina, in vista della partita di domani, al Massimino, tra Catania e Roma.

Il tecnico della Roma, Luis Enrique è pronto per andare a Catania con «grande fiducia» e voglia di «fare gioco ed essere il più cattivi possibile». Nessun problema per Francesco Totti che domani giocherà in attacco la sua terza partita in una settimana: «Francesco fisicamente è un giocatore fortissimo, sta ad alti livelli – le parole dell'asturiano -. Ieri ho parlato con lui e sta bene». In dubbio, invece De Rossi: «sta meglio. Ieri si è allenato normalmente e sta meglio. Oggi vedremo se potrà giocare. La situazione legata al rinnovo di contratto? Vi sembra che finora abbia influito?». «Quando lui firmerà – ha aggiunto il tecnico giallorosso – finirà questo argomento e si faranno conferenze stampa noiosissime. Di che parleremo? Non dimentichiamo che è una situazione tra società e giocatore e tutti vogliono lo stesso, anche l'allenatore». Luis Enrique si è quindi soffermato sul clima che la Roma troverà al Massimino: «Ambiente difficile dopo il famoso 7-0? Ho sentito che la Sicilia è calda, c'è un'atmosfera bellissima. È un ottimo posto per andare lì con fiducia, ci saranno più difficoltà ma questo deve essere uno stimolo, un motivo in più per andare a fare una grande partita. Cercheremo di fare la nostra proposta di gioco e di essere il più cattivi possibile».

Nel frattempo, in casa rossazzurra Vincenzo Montella, tecnico del Catania ed ex allenatore della Roma, smorza i toni dell'attesa per l'anticipo di domani sera al Massimino: «Non vivo questa gara in maniera diversa, forse se avessimo giocato all'Olimpico sarebbe stato differente. Penso alla mia squadra e alla partita». «Forse ho il piccolo vantaggio – ha spiegato l’ex giallorosso nella conferenza stampa di questa mattina – di conoscere bene i nostri avversari. La Roma ha un'identità precisa, merito anche dell'allenatore. Per dare valore ed identità al nostro campionato, dobbiamo conquistare punti anche quando si sbaglia l'approccio o si gioca male: è questa la lezione di Bologna». Novità di formazione in vista per Montella, che oltre agli squalificati Marchese e Biagianti dovrà fare a meno di Capuano, appena bloccatosi: «Capuano è infortunato – ha confermato Montella – sto valutando due soluzioni tattiche differenti».