Calcio: la Lazio scavalca i nerazzurri. Stop dei giallorossi col Bologna

0
25

Gioisce la Juve, nella prima giornata del girone di ritorno, consolidando il proprio primato in classifica, a 44 punti, col 2-1 di ieri sera sull'Udinese, che resta terza a -6. Un vantaggio, quello dei bianconeri, che non potrà essere colmato oggi neanche in caso di vittoria del Milan sul Cagliari nel posticipo di questa sera.

Dopo sette vittorie consecutive un’Inter fiacca e sprecona cade a Lecce sotto i colpi di capitan Giacomazzi che segna l'unica rete del match. Ne approfitta una Lazio travolgente che si vendica della sconfitta subita domenica scorsa ad opera dei nerazzurri scavalcandoli e piazzandosi al quarto posto, grazie al successo in trasferta sul Chievo. A Verona i biancocelesti si impongono grazie a un gol di Hernanes e ad una doppietta di Klose in zona Cesarini. Il fuoriclasse tedesco sale così a quota 12 gol, al secondo posto nella classifica marcatori, alla pari con Denis e Cavani.

Dopo l'eliminazione in Coppa Italia, un’altra brutta partita per gli uomini di Luis Enrique che, all'Olimpico, sono costretti al pareggio da un volitivo Bologna. Sono i rossoblu a portarsi in vantaggio, contro una Roma lenta e macchinosa, grazie a un gol all’11’ di un ritrovato Di Vaio. Rimedia, al 17' della ripresa, Pjanic, tra i migliori in campo, con uno spettacolare destro a giro su punizione imprendibile per Gillet. Ma sull'1-1 è la difesa romanista a traballare di nuovo e, al 64', sempre Di Vaio, servito al centro da Raggi, ha l'opportunità per il bis, negato da uno straordinario intervento di Stekelenburg, sempre più provvidenziale. Nel finale la Roma accenna un forcing, ma il risultato non cambia.

Stasera, riflettori puntati a San Siro su Milan-Cagliari: i rossoneri sono obbligati a vincere per restare a contatto con la Juve.