Calcio, Barbara Berlusconi: per il Milan meno follie e tante emozioni

0
37

"Meno follie e tante emozioni''. È così che Barbara Berlusconi, componente del cda del Milan, immagina il calcio del futuro, in cui il Milan si configuri come una ''moderna entertainment company''. L'obiettivo? ''Una squadra di livello tecnico eccellente e una struttura di costo efficiente''. Lo racconta in una lunga intervista a La Repubblica.

''Vogliamo continuare ad emozionare ma per fare questo è necessario avere il coraggio di scelte impegnative per una gestione ancor più redditizia'' spiega Barbara nell'intervista a 360 gradi, aggiungendo che ''un ritorno di suo padre da presidente darebbe un nuovo slancio alla società e alla squadra'', di essersi tenuta ''volontariamente fuori dalla vicenda'' della mencata cessione di Alexandre Pato, suo fidanzato, al Psg.

A livello familiare ha il pieno appoggio dei fratelli nel suo impegno nel club rossonero, ''Marina in particolare, lei sa che per una donna è doppiamente difficile''. Nessun contrasto con Galliani: ''E' vicepresidente e amministratore delegato. Sono ventisei anni che lavora al Milan e ho il grande privilegio di poterlo affiancare. Inoltre abbiamo età competenze, prospettive e ruoli cosi' diversi che mi sembra impossibile pensare a uno scontro''.