BASKET/A1 – «Pensiamo a una partita alla volta»

0
31

Archiviata la settimana di stop per la Final Eight di Coppa Italia l’Acea Roma lavora in vista della sfida di campionato contro la Montepaschi Siena. Un match sempre atteso dal pubblico romano quello che mette di fronte la squadra di coach Calvani alla “corazzata” allenata da Simone Pianigiani, tanto che sinora sono oltre 1500 i tagliandi staccati nei primi giorni di prevendita. L’obiettivo per i romani è quello di riscattare quanto fatto all’andata quando, al PalaSclavo, la formazione allora allenata da Lino Lardo ha disputato forse la peggiore partita della stagione, venendo superata per 85-52. Per fare risultato positivo contro Siena c’è bisogno però di una partita perfetta da parte dei ragazzi dell’Acea Roma. In casa Virtus le vittorie arrivate contro Montegranaro e soprattutto nella trasferta di Varese, hanno riportato maggiore fiducia nello spogliatoio. Come spiega Marco Mordente, l’obiettivo adesso è andare avanti partita dopo partita, cercando di fare le cose importanti per poter rientrare nella corsa play-off. «Mentalmente questi due risultati positivi ci hanno ridato morale per affrontare al meglio la gara di domenica – commenta il giocatore -. Dal punto di vista fisico abbiamo qualche problema di troppo, con Crosariol e Tonolli fuori». Arrivato a Roma alla fine di novembre per sostituire l’infortunato Maestranzi, Marco ha poi esteso il suo contratto sino a fine stagione. «Con la maglia di Roma – continua la guardia – il campionato è iniziato bene, ma da qualche partita non riesco a rendere come voglio. Quello che ho fatto sinora chiaramente per me non è sufficiente, anche io mi aspetto di più da me stesso. Nelle ultime partite mi sento di aver dato un contributo maggiore, ma voglio fare sempre meglio». Proprio le ultime due vittorie, arrivate nel momento in cui Marco Calvani ha preso il posto di capo allenatore, hanno fatto sì che la squadra romana si rilanciasse per quell’ottavo posto che porterebbe ai play-off. Un risultato distante quattro punti, a cui Mordente dice di credere. «L’importante – prosegue Marco – è che la squadra faccia le cose giuste nel momento giusto. A Varese e nel match contro Montegranaro ci siano riusciti e sono arrivate due vittorie. Ai playoff io ci credo – termina il cestista – fondamentale sarà affrontare una partita alla volta».

Paolo Pizzi