Partita la Roma-Ostia, tutti a caccia di un record

0
23

L’attesa è finita. È scattato questa mattina l’appuntamento con la 38° Roma-Ostia. Anche quest’anno la corsa organizzata dal Gs Bancari Romani si conferma come la mezza maratona più partecipata d’Italia.

Sono stati infatti oltre 12 mila gli atleti partiti alle 9.15 da via Cristoforo Colombo per percorrere i 21 km e 97 metri che separano l’Eur dalla spiaggia di Ostia. Confermato per il secondo anno il percorso ideato nell’edizione precedente, che prevede alla partenza un giro di 5 km all’interno dell’Eur, per permettere ai podisti di percorrere sul lungomare di Ostia solo i 500 metri finali, rendendo così la corsa più veloce. Proprio questo percorso ha permesso lo scorso anno di stabilire i due record della gara: 59'58 tra gli uomini e 1h09'06” tra le donne. E sempre il tragitto ha fatto sì che i migliori specialisti delle corse su strada si presentassero ai nastri di partenza di una gara valida anche come titolo italiano di mezza maratona. Tra gli uomini pettorale numero 1 per il vincitore dell’edizione 2011 l’etiope Tujuba Megersa Beyu.

A provare a strappare la vittoria e il record della corsa ci sono atleti del calibro dei keniani John Kiprotich, che nella mezza maratona vanta un personale di 59'23, il più basso tra gli atleti in gara, e Vincent Kipruto, vice campione del mondo di maratona grazie al secondo posto ottenuto lo scorso anno ai campionati del Mondo di Deagu in Corea del Sud, battuto da Abel Kirui. Tra gli azzurri in gara per il campionato italiano il miglior tempo è quello di Giovanni Ruggiero della Forestale, accreditato di 62'09”, quindici secondi meglio di Denis Curzi, iscritto con il crono di 62'24”. Oltre a loro da tenere sott’occhio il carabiniere Stefano La Rosa. Tra le donne tutti i fari saranno invece puntati su Anna Incerti vincitrice nel 2009 e 2011, seconda nel 2004 e terza nel 2007. Anna sta tentando di essere l’unica atleta, uomo o donna, ad aver mai vinto tre edizioni consecutive della Roma-Ostia. Possibili avversarie le keniane Kiplagat e Kiprop. Presenti, come lo scorso anno, anche la Euroma2 run, una 5 km non competitiva da correre nel circuito all’interno dell’Eur, e la Business Run, una gara speciale per imprenditori.