AS Roma, De Rossi: Terzo posto? Dobbiamo crederci

0
23

«Dobbiamo continuare a crederci». Daniele “Capitan Futuro” De Rossi non si nasconde e, a margine di un evento per la Pasqua Paralimpica organizzato al Palafijlkam di Ostia, lancia la sua squadra verso la volata finale. A 8 giornate dal termine del campionato, la Roma è infatti a 4 punti dal terzo posto, che garantisce l'accesso ai preliminari di Champions League.

«Il fatto che abbiano perso anche Udinese e Napoli è un vantaggio ulteriore», ha spiegato il centrocampista giallorosso che domenica, contro il Novara, ha giocato nell'insolito ruolo di difensore centrale. Alla fine del match, aveva ringraziato il compagno di reparto Simon Kjaer che non è tra i giocatori più apprezzati dal pubblico giallorosso. «Il tifoso dice quello che vuole ed esprime i giudizi che ritiene opportuni. Il mio è positivo: Kjaer domenica mi ha aiutato tanto. È stato uno dei giocatori che mi ha aiutato di più anche perchè i movimenti del difensore li conosce meglio. E per questo l'ho ringraziato». «È un altro discorso se i tifosi non sono contenti di me, di lui o di come abbiamo giocato», ribadisce. Dopo l'ultima giornata, l'atteggiamento della squadra non è cambiata. Non è mutato nemmeno l'approccio dell'allenatore Luis Enrique. «Ragiona partita per partita. Adesso ci saranno probabilmente ancora più stimoli», dice pensando alla classifica. «Siamo tutti lì, noi dobbiamo continuare a pedalare». De Rossi punta a ritrovare la condizione ideale nell'ultima porzione di stagione. «Non ho nessun problema al gomito», dice archiviando il lieve inconveniente in cui è incappato in allenamento la scorsa settimana. «Fino a dicembre avevo detto che stavo benissimo e non avevo problemi. Forse ho parlato troppo presto, visto che i successivi 2-3 mesi non sono stati proprio tranquillissimi. L'importante – conclude – è esserci e che la Roma vinca».