Calcio, domenica la notte della verità

0
31

Domenica sera (ore 20.45) potrebbe essere la notte della verità. Il derby Inter-Milan e Cagliari-Juventus (a Trieste) si disputeranno in contemporanea. Buffon ha “riaperto” i giochi con il suo erroraccio contro il Lecce ma tra poco più di 48 ore, la Juve potrebbe festeggiare il 28mo scudetto ufficiale della sua storia battendo i sardi e sfruttando magari un “regalino” da parte dei nerazzurri. È logico, comunque, aspettarsi un verdetto domenica: difficile infatti che l'ultimo turno cambi la classifica, dal momento che i rossoneri affronteranno a San Siro il retrocesso Novara e i bianconeri, nel loro splendido stadio, la tranquillissima Atalanta.

Più incerta la lotta per non retrocedere e quella per il terzo posto. Lecce-Fiorentina apre il turno domani alle 18: i salentini devono battere assolutamente i viola se vogliono sperare di riprendere il Genoa che sarà ospite dell'Udinese, in corsa per la Champions. La Fiorentina non è salva matematicamente come invece Cagliari e Palermo ma nell'ultima giornata affronterà al Franchi proprio i sardi mentre i grifoni se la vedranno con i siciliani. Semplice dedurre che il destino di Lecce e Genoa si compirà nel week end. Per l'Europa che conta, Il Napoli, decisamente in pole position, viaggia verso Bologna; la Lazio, che forse recupera Klose, va a Bergamo.

Domani (alle 20.45) in campo anche Roma e Catania: sarà probabilmente l'ultima partita di Luis Enrique all'Olimpico. Senza dimenticare l'emergenza portieri in casa giallorossa: infortunati Stekelenburg e Lobont toccherà a Curci difendere i pali della sua squadra con il giovanissimo Pigliacelli in panchina.

Chiudono il quadro della giornata Siena-Parma (domenica alle 12.30) e poi alle 15 Novara-Cesena e Palermo-Chievo, partite senza alcuna suspence.