Calcio, Nesta lascia il Milan dopo 10 anni: “Ritmi troppo alti”

0
42

“Questa è stata la mia ultima stagione al Milan, vado via”. Così il difensore rossonero, Alessandro Nesta, in una conferenza stampa a Milanello, lascia definitivamente il Milan dopo 10 anni di grandi successi.

“Quando finisco la stagione – ha aggiunto Nesta – penso alla prossima e i ritmi non mi permettono di giocare sempre e siccome non riesco ad aspettare in panchina ho preso questa decisione dopo 10 anni dove sono stato benissimo, ho conosciuto grandi persone e ho vinto tanto. Vorrei andare a fare un'esperienza diversa dove posso ancora fare qualcosa di buono. Io preferisco essere importante giocando, se non riesco a giocare sempre non mi sento bene ed è giusto andare via. Verso febbraio ho deciso che sarebbe stato l'ultimo anno, ho parlato con il Milan e va bene cosi”'. Sul suo futuro il difensore campione del mondo non svela le carte ma gli Stati Uniti sarebbero una meta gradita: “Non ho ancora firmato niente, non so dove vado, diciamo che non sarebbe male andare oltre oceano. Non ci sono altre opportunita”'.

Il centrale rossonero, infine, dedica un pensiero speciale per il tecnico che lo ha portato più volte sul tetto d'Europa: “Ancelotti è stato l'allenatore più importante della mia carriera, per le vittorie e per il modo di vincere, riesce a vincere sembrando un tuo compagno di squadra. La prima Champions è stata la vittoria più bella”.