Golden Gala, Usain Bolt vola nei 100 a Roma (FOTO)

0
36

La freccia di Usain Bolt incanta il pubblico del Golden Gala. Lo aveva promesso: “A Roma posso correre in 9”70” ed alla fine non ha sbagliato poi di molto. Per il Giamaicano al Golden Gala è arrivata la vittoria nella gara più attesa del meeting, i 100 metri, corsi in 9”76, miglior tempo stagionale, davanti al suo rivale di sempre, Asafa Powell, secondo in 9”91, con al terzo posto Christophe Lemaitre (10”04). Una prestazione che cancella quanto fatto sette giorni prima a Ostrava, dove Bolt vinse in 10”04. 

“Sin da quando sono arrivato a Roma – commena il velocista al termine della gara- ho fatto in modo di dormire molto. La gara è andata molto meglio rispetto ad Ostrava. L'esecuzione non è stata perfetta, ma è migliorata. Il pubblico di Roma poi è stato fantastico, mi ha dato molta energia.” Proprio il pubblico è stato uno dei protagonisti della notte dello Stadio Olimpico. Alla fine sono stati 50700 gli spettatori annunciati.

Ma il Golden Gala non è stata solo la finale dei 100 metri. Alla fine delle gare sono stati ben sette i primati mondiali stagionali battuti. Spettacolare l'arrivo dei 5000 metri donne, con Vivian Cheruiyot e Meseret Defar a giocarsi la vittoria in volata. Alla fine è la Cheruyot ad avere la meglio sulla rivale al fotofinish. Nel mezzofondo prestazione cronometrica di grande rilievo per Paul Kipsiele Koech, che nei 3000 siepi arriva ad un 7'54"31, terza prestazione di sempre. I 100 metri donne sono stati vinti a sorpresa da Murielle Ahoure, della Costa d'Avorio, davanti a Shelly Ann Fraser. Molto attesa anche la prova degli 800 donne, con la vittoria dell'Etiope Fantu Megiso davanti a Pamela Jelimo. Per l'atletica azzurra buone cose dal mezzofondo, con Yuri Floriani nei 3000 siepi, al personale in 8'22"62,Silvia Weissteiner e Elena Romagnolo sui 5000 metri in 15'18"04 e 15'19"78 si sono espressi su tempi inferiori al minimo olimpico A.

Paolo Pizzi