Torneo Beppe Viola, Tor di Quinto e Lodigiani marciano alla grande

0
24

Che la quinta giornata di gare della XXIX Edizione del Beppe Viola fosse un turno particolarmente interessante alla vigilia, lo avevamo detto e puntualmente i risultati che il campo ha decretati hanno confermato questa tendenza. Un turno di competizione che ha detto cose importanti, non definitive ma sicuramente, decisive per delineare una classifica che in molti raggruppamenti, già si configura in maniera netta.

Anche questo turno si è consumato all’insegna delle emozioni e delle tante realizzazioni, ben 23 in 7 gare che,sommate alle 32 messe a segno sino ad oggi fanno 55 reti in 17 partite. Una media che si conferma e si attesta a 3,2 reti a partita, che dimostra l bontà tcnica di una manifestazione che comincia ad entrare lentamente nel vivo del suo incedere. Emozioni, gol,conferme ma anche sorprese, come nella migliore tradizione del Beppe Viola,. Sono ingredienti ormai consolidati nel DNA della Champions League del calcio giovanile.

Tanto per rimanere in tema di numeri .statistiche e primati, da registrare il miglior attacco quello del Savio, con 10 realizzazioni all’attivo,seguito dalla Lodigiani, 9 centri. Identica accoppiata anche per le migliori difese, un solo gol al passivo sia per il Savio che per la Lodigiani. Tre invece i mini bomber che capeggiano nella speciale graduatoria con tre reti all’attivo: Toma del Savio,D’Amelio del Tor di Quinto e Baroni della Lodigiani. Ma veniamo alle gare che hanno determinato alcuni importanti scossoni nei vari giorni. Le conferme sono arrivate puntuali dal Tor di Quinto e dalla Lodigiani che archiviano di prepotenza anche il secondo turno consolidandosi rispettivamente in testa ai gironi E(tor di quinto) e C (lodigiani).Il tor di quinto conferma la regola del numero perfetto, il tre, superando agevolmente i vigili urbani al campo Tobia, pur se costretti a rimediare la prima rete al passivo che viola la porta rossoblu. Un successo questo, il secondo consecutivo, che spalanca le porte dei quarti di finale alla società del presidente Testa, che ncora ricorda on grande nostalgia quella finalissima allo Stadio Flaminio di qualche edizione fa.Nello stesso raggruppamento invece, coglie il suo primo successo la Viterbese, che al cospetto del Città di Monterotondo, si rende protagonista di una ripresa pirotecnica nella quale in 25 minuti riesce a ribaltare il risultato. Sotto di due reti, accorcia prima, pareggia poi per trionfare al secondo minuto di recupero, in una gara per cuori forti. Un successo questo che lascia i viterbese ancora in grado di ben figurare nell’ultimo turno eliminatorio.

Come il Tor di quinto anche la Lodigiani si appresta di slancio a superare il turno di qualificazione approdando ai quarti. I biancorossi infatti, hanno demolito la Libertas Centocelle, rifilando una sonora cinquina e volando saldamente al comando del girone C con numeri impressionanti; 6 punti, 9 reti fatte una soltanto subita!Ma senza dubbio la grande sorpresa di questo girone, è rappresentata dal Ciampino,che dopo aver quasi in sordina  superato la Libertas Centocelle, si sono ripetuti contro il Fidene, agganciando in vetta proprio la Lodigiani. E la sfida tra qualche giorno tra Lodigiani e Ciampino si prefigura davvero interessante.Ma se il Ciampino è stata sinora la sorpresa piacevole del girone, altrettanto non si può dire della Nuova T.T.Teste, che non è riuscita a superare l’ottimo città di marino che le ha imposto il pari al termine di una gara avvincente. Due a due il risultato finale ed un girone, questo, (B), che si preannuncia come forse il più equilibrato in assoluto. Se infatti è vero che la N.T.T.Teste comanda a 4 punti, è altrettanto vero che alle spalle deve guardarsi dal Casilina che battendo due a zero la Spes Artiglio, si è portata ad una sola lunghezza dal battistrada. Anche qui la sfida tra queste due formazioni potrebbe risultare davvero decisiva.

Ha chiuso felicemente questo turno di gare, la sfida tra Urbetevere e Civitavecchia. L’Urbetevere ha trovato la sua prima vittoria seppur di misura e contro un Civitavecchia uscito a testa alta dal confronto, ritrovando fiducia e stimoli per cercare di contrastare il cammino spedito della capolista Romulea.Ma a parte clamorosi colpi di scena la griglia delle formazioni che accederanno ai quarti di finale comincia a delinearsi in maniera sempre più nitida. Sorprese a parte naturalmente, che fanno sempre parte della storia del Beppe Viola. Buon Beppe Viola a tutti…