Calcioscommesse, scarcerati Mauro e Milanetto: disposti i domiciliari

0
102

Il Gip di Cremona, Guido Salvini ha accolto le richieste di scarcerazione di Stefano Mauri, giocatore della Lazio, e di Mauro Milanetto, giocatore del Padova, ex Genoa, disponendo per entrambi gli arresti domiciliari, nell'ambito dell'inchiesta denominata “Last Bet” sul calcioscommesse.

Anche per Matteo Gritti, ex portiere del Bellinzona, lo stesso Gip ha deciso i domiciliari, mentre l'ex calciatore Ivan Tisci avrà obbligo di firma. Salvini, però, nell'ordinanza di scarcerazione definisce “scarsamente plausibile” la versione di Mauri su una scheda che risulta intestata ad altra persona, e parla anche di “ombre pesanti” sul derby Genoa-Sampdoria.

È SUCCESSO OGGI...

Roma, gestione di rifiuti abusiva e furto di corrente: cognati in manette

Un impianto risultato totalmente abusivo dove veniva esercitata la gestione di rifiuti pericolosi è stato scoperto in zona Marconi nell'ambito di mirate attività di indagine, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma relative all'azione...

Blitz antidroga a Roma, 6 arresti in poche ore

Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante a Piazza Vittorio Emanuele II, Termini e San Lorenzo, per contrastare fenomeni di degrado o di illegalità diffusa. Nelle ultime 24 ore, mirati...

Campidoglio, Gianni Lemmetti è il nuovo assessore al Bilancio al Comune di Roma

Il nuovo assessore al Bilancio del Comune di Roma è Gianni Lemmetti. Pietrasantino, classe 1969, sarà lui il volto nuovo nella giunta della sindaca M5s Virginia Raggi. A scriverlo è il quotidiano Il Tirreno nell'edizione di...

Ritmo e musica popolare con Ambrogio Sparagna al Museo di Roma

Tra serenate e cantate popolari, musica di strada e tradizionale, nell’ultimo sabato sera di apertura straordinaria del Museo di Roma sarà impossibile non venire contagiati dal ritmo. Infatti sabato 26 agosto lo splendido palazzo con vista su piazza Navona si prepara...

Via di Portonaccio e la pioggia di multe sulla corsia preferenziale

La protesta sembra non avere fine e il numero delle sanzioni «continua ad aumentare. I cittadini confermano di sentirsi «truffati dal Comune di Roma, perché non si può cambiare un senso di marcia così...