Cassano: «Froci in nazionale? Spero di no»

0
32

Sembrano destinate a far discutere le parole del talento del Milan e della Nazionale, Antonio Cassano sulla presenza di omosessuali nella nazionale italiana. Il barese, alle prese con la sua prima conferenza stampa dall'inizio del ritiro azzurro per Euro 2012, ha iniziato parlando della sua esperienza in azzurro: «Sono sincero: non pensavo di giocare l'Europeo. Invece sono stato fortunato, ho avuto una grazia». «Ma – ha subito precisato – non sono qui per perdere tempo, ora voglio stare all'Europeo da protagonista».

Totò ha quindi risposto alle domande sul suo compagno di reparto Balotelli: «Si dice che io dovrei fare il tutor di Balotelli. Vabbè, stiamo freschi… E a me chi ci pensa, allora». Nessun problema neanche col gol sbagliato da SuperMario: «Mario mi ha detto “volevo dartela”, io ho detto “ma tira una stecca”…».

Poi è arrivata una domanda sulle recenti esternazioni di Alessandro Cecchi Paone che, intervistato alla trasmissione radiofonica "La zanzara", aveva dichiarato: «Nella nazionale di Prandelli ci sono sicuramente due omosessuali, un bisessuale e tre metrosexual. Il resto sono sani eterosessuali, simpaticamente e normalmente rozzi». Ed effettivamente un po’ rozza è stata la risposta del numero 10 barese: «Froci in nazionale? Sono problemi loro. Ma spero di no… Me la cavo così, sennò sai gli attacchi da tutte le parti». «Mi auguro che non ci siano in nazionale – ha ribadito, nel caso non fosse stato sufficientemente chiaro –  Ma sono questioni loro».