Calcio, querelle Olimpico: la Lazio firma la “pace” con il Coni

0
35

Per la serie “c’eravamo tanto odiati”. Tra Coni e Lazio è di nuovo pace e stavolta in maniera definitiva (almeno fino al prossimo contratto). La squadra del presidente Claudio Lotito giocherà anche il prossimo campionato di serie A allo stadio Olimpico. La fumata bianca arriva al termine di una lunga querelle, condita anche da piccate considerazioni sulla controparte oltre che da beghe legali.

Il presidente della Lazio, poco tempo fa, nel presentare alla Uefa uno stadio per i propri impegni internazionali aveva (provocatoriamente?) indicato addirittura il “Barbera” di Palermo. Con l’accordo siglato in Campidoglio alla presenza dello stesso Lotito, di Gianni Petrucci e Raffaele Pagnozzi per il Coni e del sindaco Gianni Alemanno, la società biancoceleste e il Coni hanno firmato una “tregua” annuale per una cifra di poco inferiore ai tre milioni di euro (mentre l’accordo stipulato dal Comitato Olimpico con la Roma è di durata triennale con opzione per le successive due stagioni) e di questa intesa si fregia il Comune di Roma. «Sono state risolte – si legge in una orgogliosa nota di Roma Capitale – tutte le problematiche che, fino a oggi, avevano costituito un ostacolo ai fini dell’iscrizione della Lazio alla prossima stagione del campionato di calcio».

Ma la domanda del tifoso medio nasce spontanea: quale poteva essere per la Lazio una seria alternativa allo stadio Olimpico? Il “Flaminio”, abbandonato anche dal rugby, è troppo piccolo e avrebbe bisogno di una ristrutturazione molto importante. Anche le idee per i progetti di stadi di proprietà delle due squadre sono in stand-by in attesa che il disegno di legge passi all’esame della Commissione Cultura alla Camera, dove si aspetta la nomina di un nuovo presidente. Non a caso Alemanno, temendo un altro buco nell’acqua, ha sollecitato più volte le società, Roma in primis (l’ultima lunedì in un’intervista a Radio Radio) a dare risposte al Comune sulla zona dove costruire i rispettivi stadi.

(tipo)

È SUCCESSO OGGI...

Gettati nel cassonetto: cuccioli di gatto salvati dalle forze dell’ordine

Il giorno 30 Aprile 2017 alle ore 10.00 circa, squadra del Comando di Roma è intervenuta nel Comune di Roma Via Riserva di Livia 8, per recuperare dei cuccioli di gatto che ignoti avevano...

Roma, arrestato latitante con mandato di cattura internazionale

Importati risultati nelle ultime 24 ore dai militari dell’Esercito appartenenti al raggruppamento Lazio – Umbria – Abruzzo, a guida Brigata Sassari nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, che operano congiuntamente alle Forze dell’Ordine. In particolare é...

1 maggio Carabinieri a cavallo per i parchi di Roma

Anche per il primo maggio, così come era stato positivamente sperimentato a Pasqua, ci saranno anche pattuglie di Carabinieri a cavallo, a piedi e con auto elettriche impiegate nelle aree verdi della Capitale per...
Pd, Pd Roma, Orfini, Barca, Esposito, Marroni, primarie, partito, democratico

Il popolo Dem al voto per le primarie: incognita affluenza

Il popolo dem al voto oggi per le primarie del partito nella sfida a tre fra l'ex premier Renzi, il guardasigilli Orlando e il governatore della Puglia Emiliano. Si vota in 10 mila gazebo...
alatri

Drogava bambino e lo costringeva a realizzare filmini hard: orrore a Pomezia

Una brutta storia di pedofilia che giunge finalmente a conclusione, almeno nelle aule di giustizia. E’ stato condannato a 22 anni di reclusione e 150mila euro di risarcimento il 41enne pedofilo che abusava del vicino...