Euro 2012, Cristiano Ronaldo piega Cech

0
20

E' il Portogallo la prima semifinalista degli Europei. La squadra lusitana ha piegato 1-0 la Repubblica Ceca al termine di una gara sempre condotta dagli uomini del giovane Paulo Bento. Il gol decisivo, manco a dirlo, porta la firma della “stella” del Real Madrid, Cristiano Ronaldo, che a dieci minuti dalla fine piega la resistenza dell'ottimo Cech. Il capitano portoghese è stato autore di alcune giocate da stropicciarsi gli occhi. Il Portogallo attende ora la vincente della sfida tra Spagna e Francia che si giocherà sabato (ore 20.45). Venerdì sera, invece, il secondo quarto di finale metterà di fronte Germania e Grecia, in un curioso “parallelo politico” con le vicende di Eurolandia.

 

PIU' E MENO DI PORTOGALLO-REPUBBLICA CECA:

L'uomo decisivo – Cristiano Ronaldo, ovviamente. Non solo per il gol (di testa, non proprio una specialità) che manda il Portogallo in semifinale, ma per una serie di giocate che hanno soddisfatto il palato fine dei calciofili. Inoltre colpisce altri due pali: chissà dove si nascondono quelli che lo avevano criticato per l'esibizione delle prime due gare? Voto 9. STELLARE.

L'errore fatale – Gebre Selassie. Il cognome (solo vagamente simile a quello del grande Gebrselassie mezzofondista due volte campione olimpico) tradisce le chiari origini etiopi. Il ragazzo, in forza agli slovacchi del Liberec, ha giocato un grande Europeo mostrando un'interessante forza propulsiva nel ruolo di esterno destro difensivo. Ogni tanto però, come giovedì, ha palesato i suoi limiti difensivi: sull'inserimento di Cristiano Ronaldo s'addormenta. Voto 5. DISTRATTO.

 

LE SEMIFINALISTE: IL PORTOGALLO

PERCHE' PUO' VINCERE – Cristiano Ronaldo in queste condizioni sarebbe trascinante anche per il Molfetta. E poi se dovesse vincere l'Europeo aumenterebbe le proprie chance di vincere il pallone d'oro. Ma il Portogallo ha una squadra con una “spina dorsale” importante, vedi Pepe (che sta giocando un grande Europeo) in difesa e grandi centrocampisti come Meireles (Chelsea) e Moutinho (Porto).

IL PUNTO DEBOLE – La cronica, storica assenza di un centravanti vero. Ieri s'è fatto male pure Postiga (che comunque non è il tedesco Gomez, per esempio) e il subentrato Hugo Almeida non sembra migliore. Tra i pali, poi, Rui Patricio non è il massimo della sicurezza.

tipo