Calcio, l\’Italia doma l\’Inghilterra ai rigori. Ora la Germania

0
21

Dopo oltre centoventi minuti di emozioni l'Italia va in semifinale. Gli Azzurri hanno battuto l'Inghilterra ai calci di rigore dopo una gara giocata ad una porta in cui non sono riusciti a sfruttare le tantissime occasioni create. Il rigore di Diamanti ci porta in semifinale e giovedì sera a Varsavia l'Italia cercherà di scrivere un'altra pagina di storia del nostro calcio.

Prandelli non ha sciolto i dubbi fino all'ultimo, anche se alla fine in campo sono andati gli undici che tutti si aspettavano con Buffon fra i pali, Abate, Barzagli, Bonucci e Balzaretti in difesa, De Rossi, Pirlo e Marchisio in mediana e Montolivo alle spalle di Cassano e Balotelli. Formazione tipo anche per l'Inghilterra con Johnson, Terry, Lescot e Cole davanti ad Hart, Milner, Gerrard, Park e Young in mezzo al campo, Rooney e Welbeck in attacco.

L'Italia è partita subito con il piede sull'acceleratore e al 3' ha colpito un clamoroso palo con un tiro dai 40 metri di Daniele De Rossi su servizio di Marchisio. Un minuto dopo Johnson si è presentato solo davanti a Buffon e c'è voluto un miracolo del portiere azzurro per rimanere sullo 0-0. Al 24' Balotelli lanciato da Pirlo ha perso il tempo per battere Hart e, dopo un'occasione per gli inglesi con Welbeck, l'attaccante del Manchester City non è riuscito a deviare in rete una torre aerea di Cassano. La ripresa si è aperta ancora con l'Italia vicinissima al vantaggio con un tiro di De Rossi respinto da Hurt, che si è superato su Balotelli. Il numero uno inglese ha poi visto il tiro di Montolivo terminare alto. Prandelli ha giocato la carta Diamanti al posto di uno stanco Cassano, poi anche quella Nocerino al posto di De Rossi, uscito per infortunio. A due minuti dal termine è stato Johnson a ricacciare in gola ai tifosi italiani l'urlo del gol salvando su una perfetta incursione di Nocerino. Ai supplementari è arrivato il secondo palo degli Azzurri colpito da Diamanti.

A decidere sono stati i calci di rigore e dopo l'errore di Montolivo sono stati gli inglesi con Young (traversa) e Cole (parato) a sbagliare. Ci ha pensato Diamanti a scatenare la gioia di tutto il gruppo e di un'intera nazione. E ora si chiudono le valigie, si va a Varsavia. Sul fronte inglese, squadra dei tre leoni quasi sempre (tranne una quindicina di minuti nel primo tempo) rintanata nella propria metà campo ad aspettare gli azzurri. Nel complesso squadra schematica e senza guizzi, persino Rooney spesso ha fatto il difensore per andare a tamponare Pirlo. Troppo poco per meritare il passaggio del turno. “Elementare Hodgson”. (asca)