Nuoto, la Consoli (Tc New Country Club Frascati) non brilla ai campionati italiani Ragazzi

0
27

 

C'era grande attesa nel gruppo agonistico del nuoto del Tc New Country Club di Frascati per l'ultima gara stagionale prima delle “ferie agostane”. Purtroppo per Ilaria Consoli le cose non sono andate benissimo ai campionati italiani della categoria Ragazzi svoltisi allo Stadio del Nuoto di Roma nello scorso fine settimana.

La giovane atleta tuscolana, classe 1998, doveva gareggiare in tre specialità, quelle preferite dei 100 e 200 dorso e anche quella dei 200 misti. «Non abbiamo visto la migliore Ilaria in piscina – dice onestamente il responsabile tecnico del circolo Daniele Tavelli -, forse ha sentito troppo la tensione e non è riuscita a dare alla gara la giusta interpretazione emotiva anche perché sono convinto che il suo stato di forma era quello giusto».

Tavelli rafforza questa tesi facendo un'ulteriore specifica. «E' vero – spiega – che Ilaria ha ottenuto il suo miglior risultato nei 100 rana dove si è classificata al ventiduesimo posto sfiorando per sole due posizioni la qualificazione alla finale di specialità. Ma è pur vero che se avesse nuotato abbassando il tempo di mezzo secondo, come è tranquillamente nelle sue capacità tecniche, avrebbe centrato l'obiettivo anche perché gli altri concorrenti non hanno fatto prestazioni mostruose. Nei 200 rana le cose non sono andate meglio e alla fine dei conti le cose migliori le ha fatte vedere nei 200 misti». Proprio su questa gara si sofferma il ragionamento di Tavelli. «In quella specialità ha nuotato più serena – sottolinea il tecnico – e non è un caso che nel suo terzo 50, quello della rana, abbia nuotato sugli stessi tempi della campionessa italiana della specialità. Segno che il suo non era un problema di condizione, ma di approccio mentale all'evento».

Ora le meritate vacanze per l'atleta che ha rappresentato il Tc New Country Club alla rassegna dei campionati italiani. «Stacchiamo tutti la spina – dice Tavelli – poi assieme a Ilaria con grande serenità analizzeremo le cose che non sono andate allo Stadio del Nuoto provando a riprendere il cammino di crescita compiuto».