AS Roma, Goicoechea: lavoro per diventare numero 1 della squadra

0
25

Conferenza stampa di presentazione, oggi, per il nuovo portiere giallorosso Mauro Goicoechea.

L’estremo difensore uruguaiano, fortemente voluto da Zeman, è arrivato alla Roma in chiusura di calciomercato in prestito dal Danubio.

Durante la presentazione, il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, ha spiegato così i motivi di questa trattativa: "Mauro Goicoechea è un portiere che abbiamo fortemente voluto: siamo riusciti a farlo arrivare qui a Trigoria proprio sul filo di lana dal Danubio, club che ringrazio. Sono una grande società che ha sfornato negli anni tanti talenti importanti: con il Danubio abbiamo un rapporto costruttivo e li ringrazio perché in questa circostanza hanno avuto la pazienza di aspettarci fino alla fine del mercato".

"Il giocatore è stato richiesto espressamente dall'allenatore con cui siamo stati in sintonia su tutti i movimenti di mercato – ha proseguito il ds -. Mauro è un portiere che qui ha l'opportunità di crescere e migliorare, ma ha tutto il tempo per farlo perchè starà a lungo alla Roma. Sfrutto infine l'occasione per ringraziare e complimentarmi con i ragazzi della nostra squadra Primavera che hanno portato a casa l'ennesimo importante trofeo e con il loro allenatore Alberto De Rossi che per noi è un collaboratore di straordinaria importanza".

Sabatini si è scusato con i giornalisti, ma non ha voluto aggiungere altro spiegando di non avere molta voglia di parlare: "mi sembra fuori luogo parlare ancora di calcio: questa mattina abbiamo altro per la testa, a causa della scomparsa della giornalista Francesca Bonfanti che tutti voi conoscete". Poi spazio alle prime parole da portiere della Roma di Goicoechea: "Le mie caratteristiche sono quelle che possiedono i portieri sudamericani. Credo che giocare con i piedi è sicuramente un mio punto di forza – ha spiegato l'uruguaiano -. Nella mia vita ho sempre e solo giocato in porta: mi è sempre piaciuto parare, sin da piccolo".

Goicoechea ha spiegato di essere "molto grato alla Roma per avermi acquistato. Sono arrivato in una grande società per crescere e migliorare e nel tempo la mia ambizione è quella di diventare il portiere di questa squadra". Zeman già lo scorso anno voleva portarlo al Pescara. "Non lo sapevo, ma ovviamente questo è un motivo di orgoglio e di soddisfazione".

Il portiere uruguaiano giocherà con la maglia numero 13 (foto As Roma). "È il giorno del compleanno della mia nipotina e di mia moglie". Classe 1988, Goicoechea spera un giorno di vestire la maglia della "Celeste". "Ho giocato con le Nazionali giovanili dell'Uruguay ma non ho mai avuto l'opportunità di farlo con quella maggiore, anche perchè davanti a me ho avuto spesso portieri importanti come Muslera e Martin Silva. Spero comunque di avere nel futuro la mia occasione. I miei idoli? A inizio carriera ho seguito Fabian Carini, ma ora tra i portieri più forti del mondo adesso c'è sicuramente Buffon, un modello da seguire".

Ultima battuta sulla lunga trattativa che lo ha portato a Roma. "Ammetto che a fine agosto ero un po’ nervoso perchè vedevo che passavano i giorni ma la trattativa non si concretizzava: poi per fortuna le cose sono finite per il verso giusto e ora sono qui e sono contento. Stekelenburg e Lobont? Sono entrambi due grandi portieri che in questi giorni sono impegnati con le rispettive Nazionali: sono davvero contento di lavorare con loro e di potermi migliorare grazie ai loro consigli".