Virtus Roma, segnali di crescita

0
26

Primi bilanci in casa Virtus Roma. Dopo l'amichevole affrontata contro i turchi del Fenerbahce coach Marco Calvani fa il punto su quanto espresso dai propri ragazzi nei quattro match sinora disputati. Una Virtus che, gara dopo gara, ha messo in luce segnali di crescita, mettendo in difficoltà formazioni ben attrezzate come il Galatasaray o lo stesso Fenerbahce allenato da Simone Pianigiani.

Abbiamo fatto al coach della formazione giallorossa alcune domande riguardo le sue prime impressioni avute in questi match disputati dalla squadra.

Può darci un giudizio su quanto fatto vedere dal nuovo gruppo in questi test pre-campionato?

I primi segnali sono positivi. In campo ho notato da parte dei ragazzi una buona disponibilità nel fare le cose. Questa disponibilità deve essere accompagnata dal modo in cui le cose debbono essere fatte, e questo è il punto su cui bisogna lavorare.

Quali sono a suo giudizio i punti di forza della squadra a sua disposizione?

Per rispondere a questo è ancora troppo presto. Dall'esperienza che ho maturato nel corso degli anni posso però pensare che proprio il senso del gruppo può essere il punto in più della squadra a mia disposizione.

Quali sono invece i punti su cui lei e i ragazzi debbono lavorare di più?

Al momento c'è da affinare tutto. Stiamo lavorando insieme da 21 giorni, ed è normale che sia così per una squadra che si sta conoscendo allenamento dopo allenamento.

Prossimi appuntamenti per la Virtus questo week end, dove la squadra sarà impegnata in un quadrangolare contro Avellino, Caserta e Venezia, il 19 settembre ci sarà invece l'amichevole contro Montegranaro, per arrivare poi a disputare un altro quadrangolare contro Avellino, Brindisi e Caserta. Il debutto in campionato sarà il 30 settembre sul campo di Pesaro. Nei giorni scorsi la società romana ha lanciato la propria campagna abbonamenti. “Al cuore non si comanda”, lo slogan lanciato dal club ai propri tifosi. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.virtusroma.it

Paolo Pizzi