Zeman scalda il derby: «I tifosi della Roma sono più calorosi»

0
46

«Sono stato bene sia alla Roma che alla Lazio ma, se parliamo del calore del tifo, quest’anno alla nostra prima amichevole c’erano 40.000 sostenitori, quelli della Lazio invece saranno stati 500».

Alla vigilia del derby, il tecnico giallorosso Zdenek Zeman abbandona per una volta i panni di chi vive la stracittadina come una partita fra le tante e tradisce qualche emozione. «La vigilia l’ho vissuta come al solito – ha detto  l’allenatore boemo in conferenza stampa – anche perché ogni domenica giochiamo una gara decisiva».

Un accenno di sfottò dunque, ma anche di grande rispetto da parte del tecnico giallorosso, che ha riconosciuto a Petkovic di aver fatto «un buon lavoro alla Lazio, nonostante un precampionato non esaltante».

Parlando della formazione, invece, Zeman sorvola sulle polemiche relative al ruolo di De Rossi e conferma sostanzialmente quanto ipotizzato in settimana. Sulla coppia di difensori centrali, in particolare sulla possibilità di vedere confermato il duo Marquinhos-Burdisso, il boemo non si scopre: «Ho quattro difensori che mi danno ottime garanzie e le gerarchie cambiano ogni settimana a seconda di come si lavora».

Meno pretattica invece sul centrocampo: «Tachtsidis tra le riserve? Schierando De Rossi davanti alla difesa è una soluzione possibile».

Uomini contati infine in attacco: «L’ingenuità di Destro (espulso per essersi tolto la maglia dopo aver segnato con il Palermo, ndr), a prescindere dai problemi, comunque risolvibili, che hanno Totti e Osvaldo, è una leggerezza che deve farlo riflettere».

Dalle indicazioni del tecnico, la Roma dovrebbe dunque scendere così in campo: Goicoechea tra i pali (Stekelenburg non è stato neanche convocato per un problema fisico), Piris, Marquinhos, Burdisso e Balzaretti in difesa, De Rossi perno basso di centrocampo con Bradley e Florenzi intermedi, a supporto del tridente d’attacco composto da Totti, Osvaldo e Lamela.

Intanto, sabato pomeriggio, il derby Primavera giocato a Formello ha registrato uno spettacolare 2-2.

Vincenzo Nastasi