QUI LAZIO – Dalla Procura al campo: quante emozioni forti

0
52

Un martedì di passione ha accompagnato la Lazio e i propri tifosi divisi su tre fronti, dopo il pareggio (buono perchè maturato a Torino con la capolista, ma non il massimo dal punto di vista del gioco) con la Juventus.

Tre fronti che riguardano la vicenda calcioscommesse, il ritorno di Gascoigne e le ultime novità dal campo. Il capitolo più spinoso della stagione biancoceleste è sicuramente il coinvolgimento di Mauri e Sculli nella vicenda calcioscommesse. I due sono stati ascoltati oggi da Palazzi nella Procura federale della Figc. Il primo ad arrivare è stato l’ex genoano che però si è avvalso della facoltà di non rispondere e dopo circa mezz’ora ha lasciato gli uffici federali non rilasciando ulteriori dichiarazioni.

Diverso l’atteggiamento del centrocampista brianzolo e capitano biancoceleste che ha collaborato per oltre quattro ore con gli inquirenti. «Abbiamo confermato le medesime circostanze nei precedenti appuntamenti alla Procura federale e a quella di Cremona, abbiamo dato tutte le ulteriori specificazioni e più che mai ora siamo convinti dell’estraneità di Stefano nelle possibili contestazioni», ha rilevato l’avvocato del calciatore, Amilcare Buceti. La voce, che era nell’aria dal giorno dei sorteggi, è diventata certezza nella giornata di lunedì: Paul Gascoigne tornerà all’Olimpico. L’inglese sarà domani sugli spalti per assistere alla sfida tra Lazio e Tottenham valida per la quinta giornata del girone J di Europa League. L’inglese tornerà nella capitale e nello stadio che lo ha applaudito dal 1992 al ‘95. Ha parlato di lui anche Gattuso, suo compagno a Glasgow, che in un’intervista ha rivelato: «Era un grande talento e una personalità straordinaria con un grande cuore. Fuori dal campo era un pazzo. Il mio primo giorno ai Rangers fece la cacca dentro un mio calzino».

Brutte notizie arrivano invece da Formello dove Petkovic dovrà fare a meno per circa un mese di Dias e Brocchi per lesioni all’adduttore e al bicipite femorale. Un problema in vista del calendario ravvicinato e delle sfide che attendono i biancocelesti. Tornato a disposizione Ederson, in difesa toccherà a Ciani non far rimpiangere il brasiliano. Le alternative al francese potrebbero essere l’arretramento di Cana o il reintegro di Diakite, ai margini del progetto per non aver ancora rinnovato il contratto in scadenza a giugno.

Ha preso la parola anche Hernanes che, ai microfoni di Lazio Style, ha parlato della corsa alla zona Champions: «Lo scorso anno sono rimasto un po’ deluso per non avercela fatta. Quest’anno sto adottando un comportamento mentale diverso. Voglio pensare partita dopo partita e vedere dove si può arrivare. Di solito dopo il derby vinto perdevamo, invece a Torino abbiamo dato continuità».

Antoniomaria Pietoso