Ciao Lazio, Rocchi vola da Stramaccioni

0
30

Inizierà ufficialmente oggi la sessione di mercato invernale, ma la Lazio ha cominciato già a muoversi. I biancocelesti devono sfoltire una rosa extralarge (oltre 30 giocatori) e dopo Matuzalem, che si è accasato al Genoa, anche Tommaso Rocchi ha salutato il club per volare a Milano dall’Inter dove sosterrà oggi le visite mediche e il primo allenamento alla corte di Stramaccioni.

La trattativa si è sbloccata nella serata di ieri sulla base di 300 mila euro e decisiva è stata una telefonata tra Lotito e Moratti per limare qualche intoppo emerso nelle ultime ore.

Altro nome illustre in uscita è quello di Mauro Zarate, di fatto fuori rosa dopo il rifiuto della convocazione per il match contro l’Inter. Lotito chiede circa 10 milioni per il cartellino del sudamericano o punta al prestito, ma entrambe le soluzioni non piacciono all’agente dell’attaccante, Luzzi, che ha tuonato: «Niente prestito, o Lotito abbassa le pretese o andiamo in scadenza di contratto (2014, ndr) e poi valutiamo».

Restano in bilico, ma destinati a restare a meno di offerte irrinunciabili, anche Floccari e Kozak con il primo che piace al Napoli, e il secondo nel mirino di Pescara, Bologna e Cagliari. Diversa la situazione di Diakite, in scadenza di contratto a giugno, con cui i rapporti sembrano essere meno tesi che in passato, ma che piace a Juventus, Milan e Liverpool, pronte ad assicurarselo in caso di mancato rinnovo. In uscita anche Stankevicius, Zauri, Sculli e Foggia che non rientrano nei piani societari.

Il capitolo arrivi è legato a quello delle cessioni. Il sogno si chiama Frank Lampard. Il regista è stato invitato dal Chelsea a cercarsi una nuova squadra e lui è desideroso di nuove esperienze. Lotito e Tare sognano un colpo alla Klose e si sono messi all’opera per provare a regalare un altro campione a Petkovic. La Lazio ha pronto un triennale da 2,5 milioni a stagione più bonus per superare la concorrenza dei Los Angeles Galaxy e dell’Inter.

Non solo Lampard ma sono tanti i nomi accostati alla Lazio in queste ore da Abdellaoue a Xandao, fino a Cirigliano e Icardi, ma il 31 gennaio (chiusura del mercato) è ancora lontano.