Caccia aperta al vice di Gonzalez

0
22

Dopo quindici giorni dall’apertura ufficiale della sessione invernale della campagna trasferimenti, la Lazio è molto attiva. I biancocelesti hanno messo a segno quattro cessioni con Matuzalem, Rocchi, Mendicino e Cinelli che sono volati verso altri lidi, ma ancora nessun volto nuovo si è visto a Formello.

Secondo quanto emerge dai rumors di mercato, le attenzioni dei dirigenti della Lazio si sarebbe concentrate sul centrocampo dove manca un’alternativa ad Alvaro Gonzalez. Il Tata è sempre più un elemento imprescindibile per Petkovic e non è un caso se, prima del match vinto a fatica contro l’Atalanta, senza di lui la squadra sia incappata nelle nette sconfitte di Napoli e Catania. L’incontrista uruguaiano è unico nelle sue caratteristiche di corsa e rottura del gioco avversario e al momento non ha alternative con Onazi impegnato nella Coppa D’Africa con la sua Nigeria, e Cana considerato ormai a tutti gli effetti un centrale difensivo.

Lotito e Tare sono al lavoro sul mercato internazionale e sono emerse le candidature di Casemiro, Cirigliano, Xhaka e Kuzmanovic. Quest’ultimo sembra quello più vicino al trasferimento nella capitale, ma per giugno quando si svincolerà dallo Stoccarda. Per i due sudamericani le trattative sono complicate, mentre maggiori sono le possibilità di arrivare al centrocampista svizzero, ma di origini kosovare. Il giocatore del Borussia Moenchengladbach, ironia della sorte prossimo avversario dei capitolini in Europa League, è seguito da circa un anno e avrebbe le caratteristiche adatte per completare il centrocampo dei vicecampioni d’inverno. Inoltre, Xhaka ha anche ottimi piedi e visione del gioco e potrebbe alternarsi con il sempre presente Ledesma.

Sempre vivo l’interesse per Lampard, ormai in uscita dal Chelsea, ma che non lascerà Londra prima di giugno e che potrebbe diventare la ciliegina del prossimo mercato estivo. xPer sbloccare gli arrivi vanno prima risolte alcune questioni in uscita. Carrizo e Bizzarri fanno gola a molte pretendenti, ma al momento non hanno ancora trovato una soluzione. Zarate non accetta le lusinghe di Besiktas e Fenerbahce e resta di fatto fuori rosa. Diakite ha rifiutato il rinnovo di contratto e si avvia a liberarsi a giugno a parametro zero e la sua situazione incerta finisce per bloccare la cessione, che sembrava ormai fatta, al Celta Vigo di Stankevicius. Ancora in attesa di sistemazione ci sono anche Sculli e Foggia che continuano ad allenarsi, ma che ormai sono ai margini della squadra.

Antoniomaria Pietoso