Floccari, l’alternativa che diventa protagonista

0
21
 

Il calcio regala delle storie meravigliose che assomigliano a delle favole. E’ il caso di Sergio Floccari arrivato alla Lazio nel gennaio del 2010 e decisivo nella salvezza della squadra allora invischiata nella zona retrocessione. A rovinare il primo atto della sua storia ci ha pensato l’errore dal dischetto nel derby contro la Roma e un periodo non brillantissimo che lo ha allontanato dalla capitale.

L’intreccio della fiaba ha visto Parma come ambientazione per dodici mesi, la punta è tornato prima sui suoi livelli e poi all’ombra del Colosseo. Sembrava solo di passaggio con Inter e Napoli pronte ad assicurarselo e a trasformarlo nel vice Milito o Cavani. Sergio ha tentennato, ma ha rispedito le proposte al mittente. Il presente è un Petkovic che lo stima, ma gli preferisce Kozak nel ruolo di vice Klose. L’inizio del 2013, però, porta il lieto fine della favola, 3 reti in 5 partite lo rendono l’arma in più della Lazio che non rimpiange nemmeno l’acciaccato Klose. Il gol di martedì nel recupero ha regalato alla Lazio una preziosa finale di Coppa Italia piegando niente meno che la Juventus, campione d’Italia in carica.

Il bomber di Nicotera non è mai stato tanto raggiante: «Non ci ho capito nulla dopo il gol. E’ un periodo bello che mi ripaga del tanto impegno che ci metto ogni giorno in allenamento e lo dedico a tutti i calciatori che come me lavorano tanto anche non trovando sempre spazio». Petkovic ha compiuto il miracolo di raggiunger la finale della Coppa Italia al suo primo anno di panchina come era successo a Sven Goran Eriksson, uno che in biancoceleste ha vinto tutto. Il bosniaco è sempre più una conferma. Adesso la sua Lazio dovrà aspettare il 17 aprile per conoscere la sua avversaria che sarà una tra Roma e Inter. Floccari e Lotito non hanno espresso una preferenza, mentre Petkovic e Gonzalez hanno ammesso quasi in coro: «Per la gente sarebbe bellissimo alzare il trofeo vincendo il derby in finale ».

I precedenti con entrambe non sorridono, 5 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte contro i giallorossi, 4 gare vinte, 5 pareggiate e 6 perse contro i nerazzurri. Nefasto l’ultimo derby di Coppa giocato in gara unica nei quarti dell’edizione del 2010/11 che vide i giallorossi imporsi per 2-1 grazie alla rete di Simplicio nel finale. Lazio e Inter si sono affrontate già in finale nel 2000 quando i capitolini, tre giorni dopo lo scudetto, alzarono anche la Coppa Italia vincendo 2-1 all’Olimpico all’andata e impattando 0-0 a San Siro. Erano due squadre diverse, ma spesso la storia si ripete…

Antoniomaria Pietoso