Delio Rossi ci ricasca: dito medio ed espulsione (FOTO)

0
37
 

Finale di partita incandescente allo stadio Marassi di Genova. Sul finale del match, terminato con la vittoria dei doriani sui giallorossi per 3 a 1, l'allenatore blucerchiato Delio Rossi ha insultato il romanista Burdisso con il classico gesto del dito medio, provocando un parapiglia e sfiorando la rissa, evitata grazie all’intervento degli uomini delle due panchine.

Un comportamento, quello del tecnico doriano, che ha comportato la sua espulsione dal campo e che ha riportato alla memoria la clamorosa scazzottata col suo ex giocatore Ljaijc, quando allenava la Fiorentina. In seguito a quell’episodio, il tecnico fu costretto a lasciare il club viola.

Delio Rossi, non nuovo ad andare in escandescenza, davanti alle telecamere ha negato di aver fatto quel gesto: «E' tutto chiarito. Sono cose di campo, tutto finisce lì. Non ho fatto nessun gesto. Sono cose che succedono, c'era nervosismo ma tutto finisce al 90'". Sfortunatamente per lui, ci sono diverse immagini a smentirlo in modo palese.

Immediata è arrivata la replica del centrocampista giallorosso Daniele De Rossi: «Non ci si può sempre nascondere dietro la trance agonistica o parlare di cose di campo, poi uscire e prendere l'applauso della curva da paladino della giustizia. Non mi piacciono queste sceneggiate, non è neanche uno che ha precedenti felicissimi, dovrebbe stare attento sotto il profilo umano perché è anche un tecnico forte. Ma è andata, non è morto nessuno. Se arrivassi a 60 anni così mi farei delle domande, anche perché arriva da episodi non migliori di questo».