SS Lazio: «Anderson? Lavoriamo per chiudere l’affare»

0
29

 

Il pareggio di sabato contro il Napoli ha lasciato l’amaro in bocca alla Lazio che per oltre un’ora è stata autentica padrona del campo. I biancocelesti, però, hanno risposto con una prestazione maiuscola dopo un periodo un po’ buio e si sono rilanciati verso un finale di stagione importante. Dello stesso avviso anche il direttore sportivo Tare che si è raccontato a Lazio Style Radio: «Si è parlato di noi in tutto il mondo per la prestazione di sabato.

Siamo una grande squadra e adesso con i ritorni di Ederson e Onazi possiamo dire ancora la nostra». I biancocelesti giovedì saranno impegnati nell’andata dei sedicesimi di Europa League contro il Borussia Moenchengladbach. Il dirigente albanese si è soffermato anche sul mercato in entrata commentando le posizioni di Saha, Perea e Felipe Anderson: «Basta guardare Saha per capire che ha voglia di calcio e mi piace l’entusiasmo con cui ha iniziato questa avventura. Perea è un giovane interessante e abbiamo anticipato il suo acquisto dopo le ultime prestazioni. Su Anderson c’è la volontà da entrambi le parti stiamo provando a chiudere». La società, nel frattempo, ha anche rinnovato i contratti di Lulic e Gonzalez (fino al 2017), Onazi (2016) e Dias (2014), sta lavorando per prolungare l’accordo con Hernanes, mentre restano complicate le situazioni legate a Zarate, Cavanda e Diakite: «Stiamo lavorando per permettere la migliore soluzione per Zarate. Diakite e Cavanda hanno lo stesso procuratore.

Per il terzino avevamo l’accordo con il precedente manager, ma da circa un mese le parti si sono allontanate. Sul suo impiego deciderà unicamente l’allenatore». Buone notizie invece rimbalzano dall’Arizona dove Paul Gascoigne è ricoverato a causa delle sue condizioni di salute. L’ex centrocampista biancoceleste è in terapia intensiva, ma al momento non sarebbe in pericolo di vita.

Dopo l’allarme lanciato dai tabloid inglesi la situazione sembra meno grave del previsto, ma comunque da non sottovalutare. Le istituzioni sono pronte a intervenire attivamente per aiutare il calciatore inglese e anche il patron Lotito ha affermato che farà di tutto quanto è in suo potere per soccorrere uno dei simboli del recente passato laziale.

Antoniomaria Pietoso