SS Lazio,Petkovic «Voglio la squadra che ha spaventato il Napoli»

0
32

Abbiamo davanti un avversario molto tosto che ha ottenuto un risultato prestigioso nell’ultima giornata. Avversario quadrato, disciplinato, pericoloso nelle ripartenze, nei calci da fermi. Sappiamo molto di loro.

L’importante è ritrovare la Lazio che ha giocato i primi 60 minuti contro il Napoli». Parola di Vladimir Petkovic. Il tecnico ha voluto caricare come sempre l’ambiente dimostrando che l’Europa League è un obiettivo serio della Lazio.

Stasera i biancocelesti sono impegnati nell’andata dei sedicesimi di finale contro il Borussia Moenchengladbach. I capitolini devono difendere l’imbattibilità nella competizione europea (tre vittorie e tre pareggi), ma soprattutto con un buon risultato metterebbero una seria ipoteca sul passaggio del turno. I gialloneri sono una squadra forte e molto fisica, tipicamente tedesca, ma la Lazio ha dimostrato sabato contro il Napoli di essere in salute e competitiva.

Il tecnico bosniaco dovrà rinunciare a Brocchi e Klose, oltre a Saha non presente nella lista Uefa, ma riavrà, dopo circa tre mesi, Ederson che ha superato i problemi muscolari e Onazi, dopo il trionfo nella Coppa d’Africa con la sua Nigeria.

Mauri è stato convocato, ma il suo impiego dopo la lieve distorsione rimediata contro il Napoli appare difficile. Petkovic appare intenzionato a schierare la stessa formazione che sabato ha spaventato il Napoli con il 4-1-4-1. Marchetti in porta sarà protetto dalla difesa composta da Konko e Radu sulle fasce, Dias e Biava al centro. Ledesma agirà davanti alla difesa e alle spalle di Candreva, Gonzalez, Hernanes e Lulic (foto), che sostituirà l’acciaccato Mauri. In attacco spazio a Sergio Floccari in forma strepitosa e autore di ben cinque gol nelle ultime sette partite.

Insieme all’allenatore ha preso la parola anche Cristian Ledesma che non crede che l’Europa League sia l’obiettivo principale della stagione rispetto al campionato: «Vogliamo fare bene in Europa, ma in campionato Napoli e Juventus hanno dimostrato di poter perdere punti quindi non rinunciamo in partenza a nulla». Infine una curiosità, tra le fila tedesche gioca anche Xhaka centrocampista svizzero e obiettivo di mercato biancoceleste e molto apprezzato dal direttore sportivo Igli Tare. Che il match di Europa League non diventi anche un’opportunità di mercato?

Antoniomaria Pietoso