SS Lazio, guai in vista: Konko fa crack, derby a rischio

0
18

Dopo quaranta giorni la Lazio ha ritrovato la vittoria in campionato con il netto 2-0 al Pescara ottenuto in scioltezza. I biancocelesti sono stati capaci di tornare a esprimersi ai propri livelli e Petkovic ha ritrovato la sua squadra e il terzo posto solitario in classifica.

Il mister ci è riuscito alla vigilia di una settimana di fuoco che vedrà i capitolini sfidare in otto giorni Milan, Stoccarda e Fiorentina, e al termine della quale si capiranno le reali ambizioni del club. I cinque punti di distanza dal secondo posto del Napoli sembrano recuperabili complice anche la crisi del club partenopeo. Le perle di Radu e Lulic non sono solo due prodezze balistiche, ma sono anche preziose soluzioni in match bloccati e difficili da sbloccare specie con le così dette “piccole”.

Lulic, che nella sua seconda stagione all’ombra del Colosseo ha regalato molti più bassi che alti, sta tornando il calciatore ammirato nella gestione Reja. Tornati i tre punti, i problemi per Petkovic arrivano ancora una volta dall’infermeria. Lunedì sera si è fermato Konko che si è procurato una lesione di primo grado al legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Per il terzino si parla di circa 6 settimane di stop. Senza il francese Petkovic resterebbe di fatto con il solo Pereirinha e potrebbe decidere di riabilitare Cavanda, di fatto fuori rosa dopo il mancato rinnovo del suo contratto in scadenza nel 2014.

I guai per il tecnico biancoceleste non sono però finiti in quanto Stefano Mauri non ha ancora superato la distorsione procuratosi contro il Napoli e, come sottolineato dall’allenatore dopo il match con il Pescara, difficilmente potrà essere della partita. Intanto oggi si saprà anche il destino di Lazio-Stoccarda che potrebbe giocarsi a porte chiuse dopo che, secondo la stampa statunitense, la Uefa avrebbe aperto un’inchiesta per il saluto romano fatto da una sparuta minoranza di tifosi biancocelesti durante il match contro il Borussia Moenchengladbach. Il club biancoceleste ha però fatto sapere di non avere ricevuto comunicazioni al riguardo.