SS Lazio, la capitale abbraccia Felipe Anderson

0
21
 

Il giorno che tutti i sostenitori della Lazio aspettavano da sette mesi è finalmente arrivato: Felipe Anderson è sbarcato a Roma. Dopo tanta attesa il brasiliano è atterrato a Fiumicino e si è subito tuffato nell’ambiente biancoceleste.

Teso e stanco per il lungo viaggio intrapreso, l’esterno verdeoro si è sottoposto alle visite mediche di rito insieme a dieci suoi nuovi compagni. Proprio del suo stato d’animo ha parlato Andre Dias, tornato in Italia per iniziare la preparazione, che ha viaggiato sullo stesso volo del nuovo arrivato: «E’ spaventato per la nuova avventura. Il calcio in Italia è vissuto diversamente rispetto al Brasile, ma l’ho trovato molto carico. Secondo me è molto forte, speriamo che faccia bene».

Il talento carioca si è sciolto con il passare delle ore, contento dell’accoglienza riservatagli dai tifosi accorsi per lui all’aeroporto e in clinica Paideia. Bocca cucita con i giornalisti a cui ha riservato solamente un “Forza Lazio”. Felipe Anderson si è reso protagonista anche di un bel gesto quando, terminate le visite mediche, è tornato indietro per fare una foto con una ragazza su una sedia a rotelle e ricevendo il primo applauso italiano.

Il brasiliano tornerà ora in patria per risolvere gli ultimi preparativi per poi mettersi a disposizione di Petkovic nel ritiro di Auronzo di Cadore. Non è stata solo la giornata dell’ex Santos, un terzo della truppa biancoceleste ha sostenuto le visite mediche, mentre tutto il gruppo si è diviso in due tranche: una parte ha iniziato i test atletici presso l’Isokinetic, clinica alle porte di Roma, mentre un’altra ha svolto un allenamento blando a Formello. Situazione che si ripeterà oggi e mercoledì, quando poi la squadra partirà alla volta del Veneto per iniziare la preparazione.

La squadra è carica come hanno rivelato anche Lulic e Biava che ieri hanno parlato degli obiettivi per la prossima stagione: «Siamo carichi e pronti a ripartire. Vogliamo vincere la Supercoppa e migliorare quanto fatto l’anno scorso». Una Lazio rinforzata si appresta quindi a una stagione da protagonista con o senza Hernanes. Il brasiliano vuole restare nella capitale, Lotito e Tare sono dello stesso avviso, ma Leonardo e il Psg non si danno per vinti. La scadenza del contratto nel 2015 mette il brasiliano e la Lazio davanti a una scelta: o il rinnovo oppure meglio farlo partire ora. La Lazio non si smuove dalla richiesta di 30 milioni, mentre i francesi sono fermi a 21. Se ne riparlerà anche se l’agente del calciatore, Joseph Lee, ha ammesso: «Nessuna trattativa con il Psg, ma Leonardo stima molto Hernanes. Non so se abbiano parlato i due club, da parte nostra non ho in programma alcun incontro con la Lazio».

Antoniomaria Pietoso