Fiumicino Calcio, brutti voti in pagella? Niente convocazione

Le mamme ringraziano la società con una lettera: «In primis l'educazione e poi non gioca solo chi ha più talento»

0
382
Fiumicino calcio, in campo solo chi ha bei voti nella pagella scolastica. Le mamme ringraziano il club con una lettera. Scuola di vita

I bambini e i ragazzi vanno male a scuola? E allora non ci sarà nessuna convocazione per le partite. È questo il progetto educativo che sta portando avanti il Fiumicino Calcio, una società dilettantistica, che ha deciso di premiare i giovani calciatori anche in base ai meriti scolastici, trovando il pieno appoggio delle mamme dei ragazzi che hanno scritto una lettera.

LA LETTERA – «Lo sport, soprattutto quando si parla di bambini, deve essere in primis educazione. Scuola di vita. Trasmettere valori. Presidenti, allenatori, staff. Tutti devono contribuire alla crescita morale di chi si appresta, prima o dopo, ad affrontare quel lungo percorso che si chiama vita». Comincia così la missiva indirizzata al club, sottoscrivendo in pieno quanto portato avanti dalla società e dai suoi dirigenti.

«Per questo motivo – si legge ancora nella lettera-, sperando che sia d’esempio per tante altre società sportive e perché le iniziative lodevoli vanno evidenziate e soprattutto pubblicizzate, vogliamo dire grazie, come genitori, come mamme, all’iniziativa del Fiumicino Calcio. Tutti i bambini della scuola calcio, dei pulcini, degli esordienti. I ragazzi dei Giovanissimi, Allievi e Juniores hanno dovuto portare con sé la propria pagella. Chi ha brutti voti non verrà convocato per le partite. Era stato già annunciato a inizio anno calcistico. Ricordato durante tutto questo semestre».

SCUOLA DI VALORI – E quindi: «Al Fiumicino Calcio non giocherà solo chi ha più talento, perché di Cristiano Ronaldo e Messi se ne trovano uno su un miliardo e spesso non bastano cento anni per trovarseli in casa. Al Fiumicino Calcio giocherà chi riesce a rappresentare i valori che la società vuole trasmettere: passione, dedizione, lealtà, educazione, cultura della vita e dello sport. Una società che decide spontaneamente di mettere davanti ai risultati sportivi quelli umani, i valori, è una società sana».

«Oggi come ieri – concludono le mamme – siamo orgogliose di rappresentare il Fiumicino Calcio, orgogliose di far indossare ai nostri figli queste casacche e questi colori. Grazie Fiumicino Calcio per quello che stai facendo, per quello che stai insegnando ai nostri ragazzi e per quello che hai insegnato anche a noi: prima ancora del calcio viene la cultura e soprattutto la vita».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU FIUMICINO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL 

[wpmlsubscribe list=”33″]

È SUCCESSO OGGI...