Derby, Iturbe e Yanga-Mbiwa regalano la vittoria alla Roma. Lazio ko

I giallorossi guadagnano il secondo posto e l'accesso diretto alla Champions. Per i biancocelesti sfida da brividi ora con il Napoli

0
393
derby-lazio-roma-iturbe-djordjevic

Il derby che vale 50 milioni va alla Roma, che vince 2-1 contro la Lazio. I giallorossi di Garcia volano a 70 punti in classifica, mentre i biancocelesti restano a 66 e dicono addio al secondo posto. L’accesso diretto alla prossima Champions League è quindi della Roma, la Lazio ora per il terzo posto deve affrontare lo scontro diretto in casa del Napoli (63) per andare ai preliminari.

FORMAZIONI – Rudi Garcia sorprende tutti preferendo Yanga Mbiwa ad Astori, con Torosidis terzino destro e Florenzi avanzato in attacco al posto di Ibarbo. Pjanic si accomoda in panchina e Keita torna titolare dopo oltre un mese. Nella Lazio tutto confermato con il ritorno alla difesa a quattro, con Lulic al posto dell’infortunato Radu. Sulla linea mediana torna Biglia che affianca Parolo, mentre in attacco spazio ai quattro tenori Felipe Anderson, Mauri, Candreva e Klose.

PRIMO TEMPO – Inizio a spron battuto della Lazio che sorprende la Roma con verticalizzazioni improvvise. Al 3’ è provvidenziale De Sanctis sul bolide di destro di Candreva, mentre due minuti più tardi Klose non inquadra la porta per una questione di centimetri. Il primo quarto d’ora è tutto per la squadra di Pioli con la Roma che tiene botta e prova a riorganizzarsi. I giallorossi, dopo i gravi pericoli corsi, rimangono più accorti gestendo meglio le ripartenze delle aquile. Gara maschia nei primi minuti con Totti, Lulic e Gentiletti che finiscono sulla lista degli ammoniti. La prima frazione scivola via tra qualche lampo di Felipe Anderson, da una parte, e di Iturbe dall’altra, ma senza che nessuna delle due riesca a rendersi davvero pericolosa.

SECONDO TEMPO –  Nella ripresa è la Lazio ad andare vicina al gol al 3’ con Basta, diagonale dal limite che finisce fuori di un soffio. La Roma chiede l’espulsione di Lulic per un fallo su Totti, visto che il giocatore biancoceleste era già ammonito. Lo grazia l’arbitro, che invece ammonisce Torosidis per proteste. Pioli per evitare problemi chiama poi Lulic e dà spazio a Cavanda. Garcia richiama Totti e manda in campo Ibarbo, e vero il 70’ Keita ha un problema e lascia il posto a Pjanic.

OCCASIONI – Dopo un tentativo di Klose, chiuso da Manolas, occasione Roma prima con Pjanic che serve Florenzi, ma trova pronto Felipe Anderson e poi con Ibarbo – sugli sviluppi di un angolo – nell’area piccola che non centra lo specchio della porta. La Roma prova a reagire così al forcing della Lazio.

GOL – A sbloccare il risultato al 73’ è Iturbe, che sfrutta bene un cross di Ibarbo e trova la deviazione a rete da distanza ravvicinata.  Esordio nel derby per Cataldi, che deve sostituire Biglia al 78′, che ha preso qualche botta e appare stremato. All’81’ a ristabilire l’equilibrio è Djordjevic, colpo di testa a finalizzare un’azione di Felipe Anderson con torre di Klose. Un minuto dopo sfuma l’azione con Candreva, ma è la Roma a ripassare in vantaggio all’85’ con Yanga-Mbiwa, sugli sviluppi di una punizione di Pjanic, di testa il difensore allunga il pallone a beffare Marchetti.

PAGELLE

MIGLIORI LAZIO: de Vrij, Parolo e Candreva

PEGGIORI: Mauri, Felipe Anderson e Lulic

MIGLIORI ROMA: Pjanic, Yanga Mbiwa e Manolas

PEGGIORI: Torosidis e Holebas

[form_mailup5q lista=”as roma”]

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...