Stadio Olimpico, il prefetto Gabrielli è per la chiusura totale

Alla base problemi di sicurezza, gestione dell’ordine pubblico e viabilità. Ma la zona avrebbe bisogno di mezzi pubblici

0
403
Stadio Olimpico sicurezza

«Io sono per la chiusura totale». Le parole del prefetto Franco Gabrielli a Radio Roma Capitale si riferiscono allo stadio Olimpico. Il problema riguarda sempre la sicurezza e la gestione dell’ordine pubblico e della viabilità.

NON SOLO DERBY – In pratica il prefetto sostiene in questa intervista, in cui si è parlato di tanti argomenti ma anche di calcio, che cambiare l’orario di una partita delicata come il derby non dà più garanzie, e che lui sarebbe per la chiusura totale dello stadio.

La sua è una posizione forte e forse anche provocatoria, anche perchè l’Olimpico (stadio e zona) ha spesso dimostrato nonostante le difficoltà di poter gestire bene alcuni eventi come ad esempio l’atletica o il rugby. Le problematiche maggiori sono state per il calcio e per il tifo violento.

E va considerato che in zona non c’è solo il campo da calcio, ma anche due piscine, campi da tennis e via dicendo. Per cui la zona va comunque sempre tenuta in sicurezza e servita dai mezzi per ogni manifestazione.

SICUREZZA – «Abbiamo il più grande stadio per capienza in Italia (circa 70mila dopo i lavori del ’90, ndr), in un punto che è quanto di più infelice per la gestione dell’ordine pubblico. Ha una parte a ridosso al monte e dall’altra parte impatta con tutti i segni della viabilità» ha spiegato ancora Gabrielli.

Di fatto lo stadio è stato iniziato nel 1927 e terminato nel 1953, poi ha subito una ristrutturazione nel ’90. Ma sicuramente, un po’ come il Flaminio, la posizione non è ideale. Ecco perchè l’idea degli ultimi anni è quella di costruire stadi nuovi, moderni e comunque ai margini della città.

VIABILITÀ – Raggiungere l’Olimpico poi non è mai facile, o ci si va con la macchina e allora trovare parcheggio è una vera e propria impresa, considerando che spesso bisogna andare o molto prima, o comunque lasciare la vettura lontano e andare a piedi. Non c’è una metro o un treno che arriva nei pressi dello stadio, per cui si è costretti ad arrivarci con più mezzi, autobus o tram.

Con queste problematiche (sicurezza, viabilità e strutture nuove) si sposa quindi a perfezione l’idea dell’As Roma ma anche della Ss Lazio di costruire nuovi impianti in zone diverse della città e più ai margini. Ma ovviamente in questi casi sarà fondamentale la costruzione di ampi parcheggi, e di migliorare nettamente la viabilità della zona, ampliare le strade e gli svincoli e far raggiungere le nuove strutture da treni e metro. Insomma un po’ come avviene in tante altre città straniere.

[form_mailup5q] newsletter generale

È SUCCESSO OGGI...

Bimba morta cosenza

Due incidenti in poche ore, 1 morto e 4 feriti. Uno è gravissimo

Grave incidente ieri con tre mezzi coinvolti e quattro feriti di cui uno grave. È avvenuto in via Ostiense all'incrocio con via Pellegrino Matteucci. Sul posto sono intervenuti gli agenti dell'VIII gruppo Tintoretto della polizia...

Droga, 2 arresti a Ladispoli: l’operazione dei carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno effettuato nel weekend trascorso un servizio coordinato di controllo del territorio di Ladispoli al fine di prevenire e reprimere lo spaccio di sostanze stupefacente. Proprio nel fine...

Calciomercato Lazio, le idee sono già chiare: in arrivo Martin Caceres

“Questa squadra darà fastidio senza contare i tanti infortunati e Caceres che arriverà a gennaio”. Igli Tare lo ha annunciato sabato prima della sfida contro la Juventus: Martin Caceres sarà il primo acquisto biancoceleste della...

“Se viene la polizia ti sgozzo davanti a loro”, in manette 27enne

“Se viene una macchina della polizia ti sgozzo davanti a loro, dammi trenta euro”. E’ l’ultima minaccia che ha rivolto alla madre; tossicodipendente romano 27enne, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del...

Miracolo, i 5stelle hanno già letto le 3.000 pagine della sentenza per il Mondo...

La sagacia e la fulminea capacità di reazione dei 5stelle non finisce mai di stupirci. Infatti con una nota stampa (stringata ma esaustiva) Giuliano Pacetti, consigliere M5S di Roma Capitale ci informa che «con...