Roma: in palio i bonus per Coppa Italia, scudetto e Champions League

0
89
As Roma, Totti, De Rossi e De Sanctis parlano con i dirigenti dei bonus per scudetto, coppa italia e champions league

La Roma, i suoi giocatori e lo scudetto. C’è un filo unico che lega tre punti su un unico asse. La società giallorossa nonostante il ko con la Juventus capolista non si arrende e continua a sognare in grande.

Anzi la società giallorossa alla sconfitta ha risposto con i primi due colpi di mercato, perchè Garcia e soci non si arrendono, manca ancora tutto un girone di ritorno per conquistare il tricolore. Tricolore che passa inevitabilmente per i giocatori.

Gente come Benatia, Castan, Maicon e Pjanic appena “giudicati” i migliori calciatori europei di questo inizio stagione insieme ad altri colleghi del nostro continente. E poi c’è pure Bradley, a quanto pare molto conteso sul mercato, che la rivista Forbes ha inserito nella lista dei 30 under 30 più influenti del 2013. Una lista in cui c’è anche Messi e uno stuolo di sportivi dell’Nba e del mondo del tennis.

Ma cosa lega tutto questo allo scudetto? Semplice il premio. Perchè la Roma ancora ci crede, o comunque vuole provarci nonostante lo scivolone. Il dg Baldissoni infatti avrebbe incontrato Totti, De Rossi e De Sanctis per discutere proprio dei compensi extra per scudetto, Coppa Italia e Champions League. Insomma tre bonus da giocarsi in pochi mesi.

Una trattativa che ovviamente tira in ballo anche Rudi Garcia e il presidente Pallotta, che tra l’altro sta ultimando i dettagli del progetto stadio. Per la Roma tanta carne al fuoco in questi giorni, compreso proprio quel match di Coppa Italia che potrebbe spalancare le porte a una rivincita con la Juventus.

Intanto la Roma tira un sospiro di sollievo perchè De Rossi e Castan hanno solo un turno di squalifica da scontare. Rischiava di più il primo a cui poteva essere riconosciuto l’atto violento punibile con tre giornate, ma sarebbe stato eccessivo.

Il club però dovrà pagare 40.000 euro di multa, 30.000 perchè propri sostenitori hanno divelto e poi lanciato nel settore avversario seggiolini dello stadio, oltre a un bengala e a due petardi, e altri 10.000 per uso di ricetrasmittenti dalla panchina da parte dell’allenatore in seconda e dell’accompagnatore ufficiale.

(Foto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA AS ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”15″]