As Roma a due facce: Radja Nainggolan e Rodrigo Taddei

1
131
As Roma a due facce, Radja Nainggolan e Rodrigo Taddei (tedeschi)

Roma a due facce. Sui giornali di oggi della squadra di Rudi Garcia emergono due elementi in particolare e per motivi ben diversi. Da una parte c’è il “diavolo” Radja Nainggolan e dall’altra l’acqua santa Rodrigo Taddei.

IL CASO – La moglie di Nainggolan tramite un messaggio su Twitter afferma che con Radja ha avuto solo un diverbio, un litigio come ce ne sono tanti in una coppia. La donna però è finita in ospedale dove le hanno riscontrato lesioni guaribili in 20 giorni, ma non ha voluto sporgere denuncia per il maltrattamento che secondo i carabinieri è avvenuto in strada a Cagliari. Ma il giocatore giallorosso si difende dicendo che non ha mai messo le mani addosso alla moglie, invita tutti a farsi i fatti propri, perchè in famiglia i problemi esistono, e un po’ per tutti. La Procura, però, a cui è stata trasmessa la segnalazione ora dovrà verificare se si è trattato di un episodio isolato o meno.

LA SUA SCHEDA CALCISTICA – Ma a metterci il carico è stato l’ex giallorosso Candela che avrebbe detto a Retesport che Radja «non rispetta le regole nemmeno a Trigoria», e di averlo visto «un giorno arrivare con la macchina ad alta velocità all’interno del centro sportivo». Ma onor del vero c’è da dire che in campo Radja Nainggolan secondo le statistiche riportate da http://aic.football.it ha preso una sola espulsione in tutta la sua carriera e ha collezionato dal 2004 ad oggi tra serie A e serie B 53 ammonizioni (4 con la Roma) e 11 giornate di squalifica.

IN UDIENZA DAL PAPA – Si sa che i brasiliani sono un popolo di grande fede, quella fede che spesso portano tatuata sulla pelle con simboli o scritte, ma che a parte questo non viene sempre ostentata. Rodrigo Taddei sta trovando sempre più spazio in questa Roma, soprattutto da quando Kevin Strootman si è infortunato, ma lui è rimasto sempre calmo e tranquillo anche nelle retrovie, in panchina, ad aspettare il suo momento. Momento che ora è arrivato, e il suo rinnovo se lo sta guadagnando ogni giorno con serietà negli allenamenti, ottime prestazioni in campo e gol.

UN CUORE CHE BATTE – E dalle pagine del Corriere dello Sport emerge un giocatore che appena può va il mercoledì in udienza da Papa Francesco. Un pontefice sudamericano come lui, che gli dà pace e serenità. Rodrigo è stato conquistato da Bergoglio, e a San Pietro lui ci va in forma privata, senza clamori, mischiandosi tra la folla di fedeli. Il Corriere ricorda anche l’incidente in cui è morto il fratello, e a lui che dedica i gol mettendosi la mano sotto la maglia mimando un cuore che batte. Una fede che lo accompagna ogni quando scende in campo, con quel segno della croce prima di mettere lo scarpino sull’erba.

(Foto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA AS ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”15″]

 

1 COMMENTO

Comments are closed.