As Roma, il grido: non demolite le tribune dell’Ippodromo Tor di Valle

Ad alzare la voce è Clara Lafuente, figlia del progettista dello storico impianto romano. Difende la struttura e propone una soluzione

0
768
As Roma, Lafuente chiede di non demolire le tribune dell'Ippodromo di Tor di Valle con il progetto del nuovo stadio (tedeschi)

In mezzo a tanto clamore e all’entusiamo per il nuovo stadio dell’As Roma, il cui progetto prevede la costruzione di questa “città” nell’area di Tor di Valle, dalle pagine di Repubblica, si alza la voce di Clara Lafuente, figlia del progettista dell’Ippodromo che sorge proprio nella zona interessata.

LA DIFESA – La donna difende l’impianto del padre e vorrebbe che non fosse abbattuto. Su Repubblica Clara Lafuente dice: «Non rifate l’errore del Velodromo, non abbattete quell’impianto storico, capolavoro di mio padre Julio».

È questa la preghiera che rivolge alle istituzioni e a coloro che saranno incaricati di progettare il nuovo stadio. La donna non ce l’ha con l’impianto giallorosso del futuro, vuole solo difendere le tribune dell’Ippodromo che definisce «strepitose e sulla loro avveniristica copertura che allora fecero scuola, la più grande paraboloide iperbolicà del mondo».

LA PROPOSTA – La sua preoccupazione è che le tribune vengano demolite senza che magari qualcuno le abbia visionate attentamente e previsto un piano per salvarle, magari facendole diventare le tribune di un campo di allenamento o qualcosa di simile. Insomma piuttosto che lasciarle al degrado di ora o di raderle al suolo, Lafuente vuole porre l’attenzione sul fatto che possano essere utilizzate in un’altra maniera e rilanciate a nuova vita.

Poi spiega: «Sono un segno architettonico oggetto di tesi di dottorato, un’opera di altissima ingegneria sottoposta a un vincolo comunale e inserita nella nella Carta delle Qualità del nuovo piano regolatore di Roma come complesso specialistico di rilevante interesse urbano». Insomma piuttosto che demolire e poi smaltire a costi alti, la sua proposta suona come un’idea di “riciclare” qualcosa che di buono già c’è, donandogli però una nuova prospettiva.

(Foto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA AS ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”15″]

È SUCCESSO OGGI...

Formello, litiga con vicino e spara

Un colpo di pistola a scopo intimidatorio è stato esploso ieri sera nel corso di una lite tra due vicini in località Le Rughe a Formello.   A litigare, da alcuni giorni, sono un 30enne ed...

Campidoglio, al via piano anti-terrorismo

Rafforzamento dell’area pedonale di via del Corso, nel tratto che va da Piazza del Popolo a Largo Goldoni, con il posizionamento di fioriere e divieto d’accesso al Colle capitolino per ncc e taxi. Queste le principali misure...

Uova contaminate, scoperto caso anche a Viterbo

Dopo i casi di Benevento e Sant'Anastasia poche ore fa, i carabinieri del Nas hanno sequestrato altri due allevamenti italiani. Il primo a Vetralla, in provincia di Viterbo, dove i sigilli sono stati apposti...

Blitz antidroga a Roma, 6 arresti in poche ore

Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante a Piazza Vittorio Emanuele II, Termini e San Lorenzo, per contrastare fenomeni di degrado o di illegalità diffusa. Nelle ultime 24 ore, mirati...
Sgombero Polizia Locale Roma

Roma, nuovo sgombero dei rifugiati accampati a piazza Indipendenza

Nuovo sgombero in corso per i rifugiati accampati in p.za Indipendena davanti allo stabile di via Curtatone sgomberato giorni fa dalle forze dell'ordine. Dopo il completamento, annunciato ieri sera dal Campidoglio, del censimento delle...