Francesco Totti: «Vincerò ancora. Il meglio deve ancora venire»

Ecco tutta l'intervista a Bleacher Report

0
142
as-roma-cska-mosca-champions-league-francesco-totti

Il giorno dopo il derby Freancesco Totti con tanto di selfie è sul tetto del mondo. Il capitano della Roma ha rilasciato un’intervista “Bleacher Report” e ha parlato del suo futuro e dei suoi obiettivi.

L’INTERVISTA – “Spero di vincere ancora con questa maglia e sono convinto che ci riusciremo.   E’ la mia citta’, la citta’ che amo, la squadra che amo e di cui sono sempre stato tifoso”) e guardandosi indietro assicura che i rimpianti stanno a zero perche’ “avrei potuto vincere molto di piu’ con altre squadre ma sono fiero di quello che ho fatto con questa maglia. Nessuna vittoria con qualsiasi altra maglia mi avrebbe dato le stesse emozioni e le stesse soddisfazioni che mi ha dato questa come capitano”.

IL GOL IN CHAMPIONS –  “E’ stato il momento piu’ bello della stagione, a livello personale, un momento bellissimo – ammette -. Come squadra spero che il meglio debba ancora venire”. Magari con lo scudetto. “Ad oggi Roma e Juventus sono le squadre meglio attrezzate per vincere ma la serie A e’ un torneo molto corretto ed equilibrato, per cui ogni partita e’ dura”, glissa Totti, che conta di rifarsi anche in Europa.
“Dalla Champions abbiamo sicuramente imparato qualcosa, mancavamo da tanto tempo e siamo subito finiti in un girone durissimo. Ci servira’ da lezione per il prossimo anno”. Con Garcia “abbiamo un grande rapporto, e’ un eccellente allenatore e una persona che rispetto molto, andiamo d’accordo”, mentre di Florenzi e De Rossi dice: “rappresentano la tradizione dei giocatori romani che militano in questo club. Sono grandi calciatori, grandi amici e rimarranno alla Roma a lungo, sono molto felice che siano qui”. Totti va poi indietro nel tempo, allo scudetto vinto con la Roma e “il ricordo piu’ bello e’ la vittoria sul Parma nell’ultima giornata e la gioia di un’intera citta’.
  Prima di fare il calciatore ero un supertifoso della Roma per cui so cosa hanno provato quando abbiamo vinto”. Il giocatore che piu’ ha ammirato nella sua carriera fra quelli affrontati e’ stato invece Ronaldo il Fenomeno “perche’ era un giocatore straordinario, mentre fra i miei compagni scelgo Batistuta e Cassano. Tra i giovani? Non voglio fare nomi, ci sono tanti giovani calciatori nella nostra Primavera ma lasciamo crescere senza stress”.

[form_mailup5q lista=”as roma”]

È SUCCESSO OGGI...