Rugby, la Capitolina infiamma la settimana del derby

0
125
Rugby, l'Unione Capitolina in un'azione di gioco. La squadra si prepara al derby con la Lazio

«Finire il campionato davanti a Lazio e Fiamme Oro? Difficile, ma non impossibile». Con queste parole Alessandro Del Monaco, centro dell’Unione Capitolina, infiamma la settimana che porta al derby contro la Lazio.

Sabato 7 dicembre, infatti, il team blu-amaranto affronterà i cugini biancocelesti nella stracittadina del Trofeo Eccellenza, approfittando dell’ennesima pausa del campionato (ripresa il 21 dicembre). A farla da padrona ora sarà la ex coppa Italia, che racchiude nel girone B del torneo proprio tutte e tre le squadre romane (Fiamme Oro in testa al gruppo) e le terrà impegnate con i turni del 7 e 14 dicembre.

Molto è cambiato dalla sfida di campionato tra Lazio e Capitolina del 5 ottobre scorso (20-3 il finale a favore dei biancocelesti), come spiega Del Monaco a pochi giorni dal match.

«Non so se ora c’è lo stesso gap tra noi e loro – spiega -, stiamo lavorando molto in questo periodo e domenica scorsa si sono visti i risultati. Sebbene la coppa Italia non sia allo stesso livello del campionato non prenderemo sottogamba l’impegno e giocheremo con il cuore».

Contro il Padova, tre giorni fa, la Capitolina è incappata nell’ennesimo ko stagionale (27-21), il sesto in sette partite, ma l’ambiente romano è sempre più pieno di entusiasmo: «In Veneto abbiamo espresso davvero il nostro potenziale, mettendo in difficoltà gli avversari. A differenza di altre gare inoltre non siamo calati nel finale, resistendo fino alla fine e giocando molto bene».

Tuttavia secondo il giovane capitolino «c’è ancora da lavorare sulla concretizzazione delle occasioni, cosa in cui pecchiamo, e occorre curare altri particolari».

Il classe ’94 si mostra anche soddisfatto del suo rendimento: «Prima giocavo poco, ma dopo la gara di coppa Italia contro le Fiamme Oro di un mese e mezzo fa ho capito meglio il livello del campionato e mi sono messo più in mostra. Sono contentissimo di lavorare con un ottimo gruppo e di vivere un’esperienza così stimolante».

E per quanto riguarda l’obiettivo stagionale l’atleta romano tiene i piedi per terra: «Puntiamo alla salvezza, e magari chiudere davanti ai cugini».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SUL RUGBY DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”22″]