Rugby, regali di Natale per le Fiamme Oro: 3° posto e un neozelandese

Battuto il Viadana, a gennaio super sfida con Rovigo, intanto arriva il centro-ala Shayne Anderson

0
215
fiamme-oro-rugby

Con cinque mete e una partita quasi perfetta le Fiamme chiudono la pratica Viadana, concludendo il 2014 al terzo posto e confermano l’imbattibilità tra le mura amiche di Ponte Galeria.

LA GARA – Sul campo della caserma “Gelsomini” i cremisi hanno giocato ottanta minuti superlativi in ogni posizione, senza lasciare agli avversari via di scampo. Dopo un avvio bruciante nella prima frazione di gioco con due mete nell’arco di meno di dieci minuti e un punteggio di 20 a 6 dopo venti minuti, i ragazzi di coach Presutti hanno tirato un po’ i remi in barca consentendo ai gialloneri lombardi di rifarsi sotto e chiudere il primo tempo con sole tre lunghezze di svantaggio. Ma il XV cremisi, dopo il riposo, ha saputo mantenere la freddezza ed assestare i colpi decisivi senza lasciare via di scampo agli ospiti.

IL COMMENTO – «Abbiamo giocato una grande partita – ha detto coach Pasquale Presutti al termine del match – e abbiamo dimostrato di essere una squadra solida, non solo dal punto di vista del gioco ma anche sotto il profilo della mentalità sapendo tenere testa ad una delle squadre più forti del campionato, senza mai perdere il filo della matassa e portando a casa un risultato importante».

Le Fiamme, dunque, con i cinque punti conquistati salgono al terzo posto in classifica a quota 23, con una lunghezza di vantaggio sul Rovigo, avversario in trasferta per i cremisi il prossimo 5 gennaio. Ma intanto si fanno un bel regalo, e con il Natale alle porte sembra davvero perfetto, l’arrivo di Shayne Anderson.

LA COLLABORAZIONE – Grazie ai buoni rapporti tra le Fiamme Oro Rugby e i club neozelandesi che partecipano al campionato della Waikato Union, tra i quali figura il Morrinsville dove la scorsa stagione hanno militato tre giocatori cremisi, a disposizione di coach Pasquale Presutti arriverà questo centro-ala classe ’93 di 1metro e 85 per 102 kg, titolare dell’Hamilton Marist (squadra vincitrice della Union nel 2014) e con 6 presenze all’attivo nella Waikato Rugby Union, franchigia che partecipa alla ITM Cup.

CARATTERISTICHE – «Questo ragazzo – riferisce il ds Claudio Gaudiello – ha potenzialità  tecniche e fisiche fuori dal comune. Penso che darà un grande apporto alla nostra squadra, alzandone il tasso tecnico che già di per sé quest’anno è alto. Quando gli ho proposto se volesse fare questa esperienza nel nostro campionato in un periodo nel quale quello neozelandese è fermo, lui ha subito accettato con entusiasmo e così a gennaio sarà già da noi a Ponte Galeria, dove vivrà insieme ai ragazzi all’interno della caserma Gelsomini».

 

[form_mailup5q lista=”rugby”]

È SUCCESSO OGGI...