Arena Acquamica, prima tappa a Roma con Manila Flamini e Giorgio Minisini

Al Foro Italico grande successo per la Festa dell’Acqua, il progetto scolastico nazionale dedicato all’avvio all'acquaticità, con i campioni del nuoto sincronizzato (GUARDA IL VIDEO)

0
691
Arena Acquamica a Roma
Arena Acquamica a Roma

La prima Festa dell’Acqua della edizione 2016/2017 del progetto Arena Acquamica ha visto tuffarsi in acqua i bambini delle classi 1°B e 2°D elementare dell’Istituto Comprensivo via Soriso di Roma, accompagnati dai campioni dell’Italsincro Manila Flamini e Giorgio Minisini e dagli istruttori federali. Qualche esercizio per prendere confidenza con l’acqua e muoversi in sicurezza, ma soprattutto tanti giochi per scoprire il piacere di divertirsi facendo attività motoria.

Oggi i bambini hanno avuto il piacere di conoscere e divertirsi in acqua con i campioni della Nazionale di nuoto sincronizzato Manila e Giorgio, protagonisti della specialità duo misto e freschi vincitori della Coppa Europa 2017 di Cuneo. Hanno avuto l’occasione di conoscere questa disciplina sportiva attraverso la passione e i racconti dei campioni, oltre ad assistere a una piccola esibizione.

Ma cosa pensano i testimonial del tema centrale dell’iniziativa: “Avvicinare ed educare i più piccoli all’acqua”?.

GUARDA LA VIDEO-INTERVISTA 

Manila Flamini, capitana della Nazionale di sincronizzato: «Questo progetto è molto importante perché sono convinta che avvicinare i bambini a uno sport come il nuoto possa far bene alla formazione del loro carattere, del fisico e della mente. Superare la paura dell’acqua, può aiutare a superare altre paure. In fondo la paura è qualcosa che spaventa il bambino e riuscire a superarla può tornar utile in altre situazioni».

Giorgio Minisini: «Essere campioni non è solo vincere medaglie, è anche promuovere il proprio sport. È sempre un piacere partecipare a questi eventi di promozione, soprattutto con i bambini di questa età, perché quando si è giovani si può diventare tutto quello che si vuole, avere grandi ambizioni e c’è più possibilità di creare nuovi futuri campioni. Iniziare col gioco è importante, queste occasioni per avvicinare i bambini al mondo dell’acqua e far scoprire che non c’è nulla di cui aver paura sono sempre fonte di grande entusiasmo».

Ancora Giorgio a proposito della sua esperienza con l’acqua: «I miei genitori mi hanno sempre raccontato che fino a 3 anni avevo una paura matta dell’acqua. Un giorno invece mi hanno trovato a sguazzare. L’acqua è un mondo da scoprire, fino a che non lo scopri hai paura ma nel momento in cui ti approcci, anche col gioco, alla fine piace quasi sempre a tutti. L’approccio migliore è quello del gioco, ma anche una piccola competizione può essere di stimolo come la staffetta iniziale di oggi, un’idea carina per spingere i bimbi al contatto con l’acqua».

Arena Acquamica – quest’anno aperta anche ai più piccoli che frequentano le scuole materne – mette al centro la relazione tra l’identità dei bambini e l’acqua. Il focus di questa quarta edizione è quello di coinvolgere l’intera famiglia e avvicinarla al mondo delle piscine e del nuoto.

foro-italico

1000 le classi coinvolte fra scuole materne e primarie (I e II) pari a un totale di 25.000 famiglie raggiunte; tutti gli istituti partecipanti hanno ricevuto il kit didattico contenente i poster interattivi e il materiale di promozione dell’iniziativa per l’insegnante e le famiglie.

Ai bambini è stato chiesto di illustrare “La mia prima volta in acqua” attraverso un disegno e un breve testo: tantissimi gli elaborati ricevuti, i più meritevoli selezionati da un’apposita giuria verranno premiati con la partecipazione alle Feste dell’acqua, in occasione delle quali riceveranno la t-shirt dell’iniziativa oltre alla cuffia arena Acquamica distribuita a tutti i bambini partecipanti.

Le Feste dell’Acqua proseguiranno toccando le città di Firenze (16 maggio), Milano (24 maggio) e Cosenza (30 maggio).

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...