Ss Lazio, Pioli sfida il Milan con le incognite Biglia e de Vrij

L’argentino e l’olandese in dubbio per l’anticipo di sabato sera, ma il mister ha le idee chiare: «Dobbiamo vincere». Probabile prima da titolare in campionato per Cataldi

0
311
ss-lazio-milan-formazioni-mauri-cataldi

«Dobbiamo giocare con più costanza nei 95 minuti. All’andata con il Milan abbiamo giocato bene, ma abbiamo commesso delle ingenuità. Eravamo all’inizio del nostro percorso, un inizio difficile per i risultati ma positivo per le prestazioni. Non conta nulla essere tra le prime cinque adesso, conterà esserlo alla fine. Crisi del Milan? Vogliamo solo vincere». Sprona i suoi a dare il massimo Stefano Pioli.

DOPPIO CONFRONTO – Il tecnico biancoceleste è atteso dal doppio confronto contro il Milan che vedrà i suoi ragazzi impegnati contro i lombardi due volte in tre giorni. Si inizierà sabato sera con l’anticipo di campionato tra due squadre falcidiate dagli infortuni. Filippo Inzaghi, che si gioca la conferma sulla panchina proprio dopo questi due confronti, ha gli uomini contati, soprattutto in difesa.

MILAN E LAZIO ALLA CONTA – Bonera, Zapata e De Sciglio sono out per infortunio, Rami è squalificato. A loro si aggiungono le defezioni dell’acciaccato De Jong e di Honda, impegnato in Coppa d’Asia. Non va meglio la questione in casa biancoceleste con Pioli che recupera Marchetti e Mauri, ma non sa se potrà contare su Biglia e de Vrij. L’argentino soffre di un problema alla caviglia accusato dopo uno scontro in settimana in allenamento con Onazi, mentre l’olandese è alle prese con una fastidiosa fascite plantare.

DEBUTTO – Pioli avrà a disposizione il nuovo arrivato Mauricio che potrebbe essere nella lista dei convocati: «È un giocatore che stavamo seguendo, dovevamo puntellare il reparto difensivo. Sono soddisfatto, è arrivato bene dal punto di vista fisico e mentale. Credo che rientrerà tra i convocati, aspettiamo il transfer, dovrebbe rientrare stasera. È entusiasta, poi è normale che abbia bisogno di un po’ di tempo di adattamento. I tempi vanno rispettati».

DECISIONI IN EXTREMIS – Diventa fondamentale, quindi, la ricognizione di domani mattina per capire la formazione. Marchetti dovrebbe riprendere il proprio posto tra i pali. Davanti a lui Basta è l’unico certo del posto e della posizione, per il resto dipenderà da de Vrij. Se l’ex Feyenoord dovesse farcela, tornerebbe al centro della difesa in coppia con Cana e Radu scalerebbe a sinistra. Qualora il numero tre biancoceleste alzasse bandiera bianca, Radu tornerebbe al centro con Cavanda confermato a sinistra.

FORMAZIONE – Sulla linea mediana Parolo e Cataldi sembrano in vantaggio ed è aperto il ballottaggio tra Biglia e Ledesma. Tutto dipenderà dall’ex Anderlecht e dalla sua caviglia, se risponderà positivamente tornerà in cabina di regia, altrimenti spazio all’italo-argentino. Sarà la prima da titolare all’Olimpico per Cataldi. In attacco con Candreva e Djordjevic, con Klose pronto a partire dal 1’ in Coppa Italia, tornerà capitan Mauri.

La squadra di Pioli ha dimostrato ancora una volta di dipendere dal jolly brianzolo i cui precedenti con il Milan non fanno però sorridere. Il numero sei biancoceleste, infatti, ha vinto solo una volta in ben 20 precedenti. Sembrerebbe essere arrivato il momento di aggiornare le statistiche.

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...