Ss Lazio, sogno Champions. E martedì c’è il derby

Decimo risultato utile consecutivo per la squadra di Inzaghi che mantiene il quarto posto e mette il Napoli nel mirino. Tutto pronto all'Olimpico per il ritorno di Coppa Italia...

0
990
La Lazio di Inzaghi tra derby e sogno Champions (Foto Pizzi)
La Lazio di Inzaghi tra derby e sogno Champions (Foto Pizzi)

Un’altra vittoria importante ottenuta con il carattere, la grinta e la tenacia che i ragazzi di Inzaghi hanno dimostrato in questa stagione. Quella ottenuta ieri al Mapei Stadium ha fatto salire a dieci il numero dei risultati utili consecutivi (otto successi e due pareggi, ndr) sono un bottino davvero importante, solo due volte nella sua storia è riuscita a fare meglio.

IL BOTTINO DELLA LAZIO

Sessanta punti in campionato e un quarto posto insperato in estate con il terzo gradino del podio occupato dal Napoli che non è troppo lontano. La squadra di Sarri arriverà domenica all’Olimpico in un match che potrebbe avvicinare ancora di più le due formazioni. Una tappa alla volta però e così prima ci si gode i tre punti guadagnati sul campo del Sassuolo.

Immobile e l’autorete di Acerbi hanno ribaltato l’iniziale vantaggio firmato da Berardi su rigore. Una mezz’ora brutta e in sofferenza per le aquile che poi hanno cambiato marcia. Decisivi anche i cambi di Inzaghi con Lombardi, Lukaku e Keita che hanno portato corsa e imprevedibilità alla manovra capitolina.

LA COPPA ITALIA E IL DERBY

C’è poco tempo per esultare perché martedì andrà in scena la gara di ritorno di Coppa Italia contro la Roma. Un derby atteso e intenso dopo il 2-0 biancoceleste del match d’andata. Le aquile hanno la qualificazione in pugno, ma un derby non è mai una partita come le altre e Biglia e compagni dovranno rimanere concentrati e non abbassare mai la guardia.

Pesante sarà l’assenza di Marco Parolo, squalificato, mentre potrebbe partire ancora dalla partita Keita. Il senegalese potrebbe essere l’arma in più per Inzaghi da giocarsi in corsa. Sarà un derby vecchio stampo con i tifosi che torneranno allo stadio numerosi con le due curve che appariranno per la prima volta senza le barriere tanto odiate dai sostenitori biancocelesti e giallorossi. Mancano 48 ore, ma in città non si parla già di altro.

Antoniomaria Pietoso

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...