Virtus, settimo sigillo: Reggio Emilia ko e vetta più vicina

0
70
Acea Virtus Roma, D'Ercole in campo nella vittoria della squadra contro Reggio Emilia. Giovedì la sfida con Sassari

La Virtus Roma mette a segno un colpo importantissimo battendo Reggio Emilia per 72-67 (18-20, 34-40, 47-51).

Si tratta della settima vittoria in campionato per la formazione di Dalmonte, che mette in campo una prova di carattere, che gli permette di portarsi di nuovo a due punti dal gruppetto in testa a tre giorni dalla sfida in casa con il Sassari (26 dicembre alle ore 18.15 al PalaTiziano) prima dell’ultima trasferta del 2013 in casa del Pistoia.

La Virtus con i suoi 14 punti andrà a sfidare Sassari a quota 16, reduce dal ko con Siena, convinta di potersi giocare le sue migliori carte. Contro il Reggio Emilia (fermo in classifica a 10 punti) l’Acea Roma ha saputo gestire bene la gara soprattutto nella parte finale come ha spiegato il coach: «Forzare Reggio a fare 27 punti nei secondi 20 minuti di gara significa avere attenzione, presenza, dedizione e una buonissima lettura tecnico-tattica della gara».

Un plauso quindi ai singoli, in particolare a Goss autore di 26 punti, Baron (16) e Taylor (12) ma anche a tutto il resto del gruppo che ha saputo difendersi bene e portare a casa due punti importanti.

«In campo c’è sempre stato l’atteggiamento giusto – ha aggiunto coach Luca Dalmonte -, senza mai un passo indietro: in attacco siamo stati ondivaghi, ma abbiamo creato dei tiri e preso i falli che dovevamo».

«La fotografia di queste presenza e attenzione – ha spiegato – si è vista anche negli ultimi 30”, quando siamo stati sempre in controllo con la giusta rimessa verso il giocatore giusto. Questo significa avere il polso di ciò che succede in campo e credo sia stato determinante in una partita tosta contro una squadra solida, con o senza White».

(Foto Roberto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA VIRTUS ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”19″]