Virtus Roma, Pistoia espugna il PalaTiziano

0
67
Virtus Roma, time out di coach Dalmonte

Colpo di scena al PalaTiziano: l’Acea Virtus Roma si fa sorprendere in casa dalla rivelazione Giorgio Tesi Group Pistoia e perde la possibilità di mettere pressione a Sassari per il quinto posto in classifica. Nell’anticipo di campionato i toscani si impongono sul parquet capitolino con il punteggio di 75-87, dopo aver condotto partita e risultato con continuità.

I giallorossi dovranno ora attendere il verdetto delle partite di oggi, con particolare attenzione a Reggio Emilia e Caserta che minacciano il loro sesto posto, valido comunque per l’accesso ai playoff di fine stagione.

LA PARTITA – Pistoia comincia subito forte trovando il +4 con Johnson. Roma replica con Hosley e Mbakwe, ma gli ospiti piazzano un parziale di 8-0 e trovano rapidamente il +10. La Virtus reagisce con un canestro di Goss, poi trova il primo vantaggio e l’allungo sul +4 grazie a un parziale di 11-0 messo a segno da HosleyGoss e Baron tra primo e secondo quarto. La Giorgio Tesi Group impatta con Gibson, ma Baron riporta l’Acea sul +5. Pistoia accelera tra secondo e terzo periodo con un parziale complessivo di 18-0 realizzato da Gibson, Galanda e Wanamaker. Roma risponde con Goss portandosi a due possessi di distanza, ma gli ospiti allungano sul +17 nel finale di quarto ancora con Gibson. Nel finale la Virtus prova ad accorciare con Baron e D’Ercole, ma gli ospiti controllano il vantaggio con Johnson e Wanamaker. Ancora Baron prova ad alimentare la rimonta dell’Acea, che però non riesce ad andare oltre il 75-87 finale.

IL COMMENTO DI DALMONTE – Il tecnico dei giallorossi ha così commentato l’indigesto ko interno: “sotto il profilo dell’energia mentale siamo stati superati da Pistoia e da questo fattore sono partite tutte le nostre problematiche. Abbiamo giocato una partita troppo nervosa e siamo stati troppo tesi e in ritardo nelle situazioni. Ci siamo fatti prendere dal nervosismo che ha dato modo a Pistoia di correre il campo soprattutto nei primi due quarti, poi nel terzo e nel quarto periodo siamo stati contratti e senza energie nervose, aspetto che gioco-forza si riflette nel corpo. Da lì è nato tutto”

(Foto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA VIRTUS ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”19″]