Virtus Roma, delusa dal campionato prova a consolarsi col Saragozza

Chiuso il girone di andata fuori dalla Final Eight di Coppa Italia, la squadra di Dalmonte si rituffa in Eurocup

0
374
virtus-roma-dalmonte-eurocup-cai-saragozza

Dopo aver vinto in trasferta a Cantù (ma ci si mangia le mani per la mancata qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia per una partita sbagliata), la Virtus Roma si rituffa in Eurocup per la seconda giornata delle Last32. Dovrà affrontare il Cai Saragozza mercoledì alle ore 20,30.

LA SITUAZIONE – Nella prima gara del Gruppo I gli spagnoli hanno perso 83-80 in casa del KK Cedevita Zagabria dopo una partita molto tirata, risolta a pochi secondi dal termine da una tripla di Pilepic. In Acb i biancorossi sono all’ottavo posto in classifica con 9 vittorie in 16 partite, ma nell’ultimo turno casalingo hanno trovato la sconfitta contro Gran Canaria.

IL PRECEDENTE – La Virtus, in Spagna già da lunedì, cerca contro gli iberici la quarta vittoria consecutiva dopo quelle contro Bologna,Volgograd e Cantù. È la seconda stagione consecutiva che Roma affronta il Cai: l’anno scorso, nella regular season, gli iberici si aggiudicarono la gara casalinga 74-68 trovando lo sprint decisivo nell’ultimo quarto, mentre la Virtus si prese la rivincita al PalaSport con un 83-81 ottenuto in rimonta a una manciata di secondi dal termine.

LA CARICA DEL COACH – «Ci aspetta una partita di grande intensità – ha spiegato Luca Dalmonte -, Saragozza è una squadra composta da 10 giocatori, due per ogni ruolo, per questo motivo la sua pallacanestro si basa su energia e intensità. In attacco il leader assoluto è Llompart, giocatore capace di mettere in ritmo tutta la squadra, degli specialisti nel tiro da 3 punti come Goulding, Robinson, Pere Tomas e Sastre, supportati da un sistema di uscite dai blocchi, e centri molto coinvolti sia nel sistema di pick and roll sia nel gioco in post basso come Norel e Katic».

E poi ha aggiunto: «Le due ali forti Jelovac e Landry sono elementi chiave, con il serbo che nelle ultime partite di Eurocup e ACB è stato il riferimento offensivo grazie alla sua doppia dimensione, interna e soprattutto perimetrale. La profondità del roster permette loro di sviluppare pressione ed intensità difensiva per 40′. Per quanto ci riguarda sarà determinante avere un impatto fatto di energia e intensità su entrambi i lati del parquet fin dalla palla a 2, per non subire l’effetto del fattore campo e avere un ritmo partita più consono alla nostra tipologia di squadra».

Arbitreranno l’incontro i signori Christos Christodoulou (Grecia), Semen Ovinov (Russia), Aleksandar Glisic (Serbia).

(Foto Paolo Pizzi)

 

[form_mailup5q lista=”virtus roma”]

È SUCCESSO OGGI...