Cento anni di \”Otto marzo\”, cento anni di lotte

0
23

 

Cento e più anni di battaglie, lotte per i diritti, ma soprattutto di determinazione e “idee chiare”, con la mimosa come simbolo di protesta e non di commercio. E’ la festa della donna, è l’8 marzo, per dire al mondo e in giro per il mondo cosa vuol dire essere donna nel mondo del lavoro e dei diritti. E per non dimenticare mai la natura forte e fragile della donna e della sua condizione troppo spesso dimenticata, calpestata e usata, con le parole e nei fatti.

Anche a Roma e in provincia non si contano le iniziative, in una stagione che sta facendo dell’essere donna un motivo in più per ribellarsi a una certa visione della realtà e della politica ancora troppo forte oggi in Italia. Ma soprattutto celebrare e vivere l’otto marzo significa oggi continuare a credere  che c’è ancora molto da fare, in un mondo troppo spesso “a sesso unico”, per la parità e il riconoscimento dei diritti delle donne.

A rappresentare le donne italiane in questa lunga battaglia c’è sicuramente in prima fila un’associazione storica, l’Udi-Unione Donne Italiane, nata nel 1946 e che si occupa in tutta Italia della promozione e dei diritti delle donne. Anche quest’anno per loro l’otto marzo sarà l’occasione per concludere una campagna di sensibilizzazione chiamata “immagini amiche”, per denunciare gli stereotipi di sempre e promuovere un’immagine positiva della donna nella pubblicità e ovunque. La Campagna e la prima edizione del Premio si chiuderanno proprio domani, otto marzo.

Per informazioni: http://unionedonne.altervista.org/index.php/campagne/immagini-amiche.html