“I Promessi Sposi” non sono mai stati cosi moderni: ora i biglietti via e-mail

0
102

Ha debuttato la scorsa settimana al Gran Teatro di Roma (prima tappa ufficiale dopo l'anteprima di Ascoli Piceno del 5 novembre scorso) la versione Moderna de “I Promessi Sposi” di Michele Guardì e Pippo Flora (in scena fino al 27 novembre). Dieci protagonisti, sei comprimari, ventidue ballerini-coristi che cantano dal vivo sulle basi musicali realizzate da una grande orchestra sinfonica di settanta elementi. Ma non solo: una spettacolare scenografia con otto enormi carri mobili, proiezioni, effetti scenografici speciali. Ed i costumi e le coreografie da grande teatro musicale. Con questi ingredienti viene proposto lo Spettacolo che celebra il più grande romanzo italiano con continui rilanci alla attualità dei temi affrontati nel testo originale.

Il racconto è noto a tutti,  ma viene rielaborato in chiave moderna per tornare su temi universali come l’amore, il potere, la giustizia e la fede, senza però tradire la stesura di Manzoni. Per questo l’Opera ha ottenuto il Patrocinio Morale della Società Italiana degli Autori ed Editori “Per l’elevata qualità artistica-spettacolare, la precisa aderenza della stesura letteraria al romanzo del Manzoni nonché per la forte carica emotiva che l’Opera è capace di suscitare nel Pubblico”.

Tra le tante novità rispetto alla tradizionale opera Manzoniana, il sistema innovativo per acquistare i biglietti per lo spettacolo presso il sito www.mailticket.it e ricevere direttamente via e-mail il biglietto già valido per l’ingresso. La sicurezza del sistema è garantita dalla certificazione dell’Agenzia delle Entrate.