Closed Speech, pieno USA style

0
44

Tra una festa da sballo ed una partita di football di un college americano rimbalza l’energico new punk-rock dei Closed Speech, band di Morlupo, in provincia di Roma. Marco Zero, Alessandro Falcione, Alessio Amici, Leonardo Filippini ed Andrea Conti, attuali membri del gruppo, sembrano cresciuti a “pane e Sum 41”, con condimento di Offspring, NOFX, Rancid e primi Green Day a rendere ancor più “americaneggiante” il loro stile; dinamismo da vendere, rullanti iper acuti e chitarre sincopate la fanno da padrone. Ad ascoltare i loro brani sembra di assistere ad una scena di uno dei fortunatissimi “American Pie”, in cui si scappa dalla rissa di turno o si insegue un autobus per una decina di miglia. “Ambizioni? Potrei dire cambiare il mondo, ma trovo che sia un po’ troppo ‘grande’ come desiderio – esordisce Alessandro Falcione, uno dei chitarristi-. Ci accontenteremmo di far aprire gli occhi alle persone e far sì che si identifichino con ciò che diciamo nelle nostre canzoni, oltre che apprezzarne la musica. E che ai nostri concerti ci sia sempre casino”.

I Closed Speech, formatisi nel 2007 ma di fatto attivi soltanto dal 2010, hanno rilasciato ad inizio 2011 il demo autoprodotto “A Place For Suckers” e, l’anno precedente, si sono aggiudicati il contest “Palio Rock” oltre che un altro concorso online. In programma, la registrazione di un nuovo Ep e, in seguito, di un album più corposo. Il tutto anticipato dall’uscita di un videoclip ancora “top secret”. So, stay tuned: the speech is not closed yet!

 

Marco Reda

 

Reverbnation Page

Official YouTube channel

“A Place For Suckers” free download