Rinaldo in campo

0
140

150, 100, 50. E’ questa la terna dei numeri  che contraddistinguono questa nuova edizione di “Rinaldo in Campo” prodotta dal Sistina con la regia di Massimo Romeo Piparo. Lo spettacolo, scritto da Garinei e Giovannini con musiche di Domenico Modugno, ha infatti debuttato 50 anni fa, in occasione dei 100 anni dell’unità d’Italia e torna in scena il prossimo 22 dicembre per celebrarne i 150.

Al suo debutto questo spettacolo ottenne uno strepitoso trionfo grazie non solo alle musiche di Modugno ma alla storia divertente, commovente, entusiasmante e romantica del bandito Rinaldo Dragonera e della bella Angelica. “Naturalmente la Sicilia di allora è molto cambiata. Se fu giusto proporla in un certo modo 50 anni fa oggi occorre darle un volto diverso, che conservi gli antichi sapori ma aggiunga il segno di tante mutazioni. Una Sicilia viva. Il compito è difficile però stimolante”. Così presenta questo suo nuovo impegno il regista.

La storia si svolge nella Sicilia orientale, attorno a Catania, dove spadroneggia Rinaldo Dragonera, un bandito che, come Robin Hood, ruba ai ricchi per dare ai poveri.  Di lui si innamora Angelica, ragazza della nobiltà siciliana che però ha un cuore garibaldino. Grazie a lei Rinaldo si “redimerà” unendosi a Garibaldi per liberare l’isola dai Borboni.

I protagonisti sono Serena  Autieri nel ruolo di Angelica  che torna in una produzione targata Sistina dopo il successo di Vacanze Romane, al suo fianco ci sarà Fabio Troiano nel ruolo di Rinaldo che dopo la partecipazione alla serie tv R.I.S. farà qui il suo debutto nella commedia musicale. Sul palco con loro troviamo anche  Rodolfo Laganà che riprende, dopo 25 anni, i panni  di Chiericuzzo. Nel ruolo del Viceré  troviamo poi Gianni Ferreri che il pubblico ricorderà sicuramente, oltre che per le apparizioni cinematografiche, per il ruolo di Giuseppe Ingargiola nella serie televisiva Distretto di Polizia.

Al suo debutto a Torino, città scelta apposta proprio perché da lì partì  con Cavour e Vittorio Emanuele il processo unitario nazionale, Rinaldo in campo venne definito: “Il più grosso successo teatrale di tutti i tempi avvenuto in Italia”, e registra record d’incassi mai raggiunti in questo campo all’epoca.

 

Botteghino:
dal Lunedì al Sabato orario continuato 10,00 – 19,00
Domenica orario continuato 10,00 – 18,00

Ufficio Prenotazioni:
dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 14,00
Tel.: 06.42007130 – Fax.: 06.4741338
mail: prenotazioni@ilsistina.com

Ufficio Gruppi e Cral
dal lunedì al venerdì dalle 15,30 alle 19,00
Tel.: 06.42007144 – Fax.: 06.4741338
mail: ufficiogruppi@ilsistina.com

Tournée:
Dal 22 dicembre al 22 gennaio al Teatro Sistina – Roma
Dal 26 gennaio al 5 febbraio al Teatro Al Massimo – Palermo
Dal 24 febbraio al 4 marzo al Teatro Augusteo – Napoli

È SUCCESSO OGGI...

Il vento sta cambiando e spinge alla deriva i 5stelle

Parafrasando il video ormai virale dove si vede la Raggi che in campagna elettorale dichiarava giuliva “il vento sta cambiando” mentre Roma affoga sotto un recente normalissimo acquazzone,il vento sta cambiando questa volta per...

Roma, truffava clienti con false polizze assicurative

Ex consulente finanziario truffava i clienti stipulando false polizze assicurative e intascando i soldi. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il sequestro di beni immobili, per un...
Sergio Pirozzi

Sergio Pirozzi ringrazia la Meloni ma critica le divisioni nel centro destra

Eccolo il Pirozzi Sergio sindaco di Amatrice e del ‘fare’ che si presenta ad Atreju, la festa dei giovani della Meloni. E qui, dice «vi mando un messaggio: io sto qui da sindaco di...

Movida e sicurezza, sanzionati 42 buttafuori a Roma

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno avviato un monitoraggio delle persone addette ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi,...

Le promesse (mancate) dei Grillini paralizzano la Salaria

Roma, 22 settembre, la mobilità è insolitamente paralizzata nl quadrante nord della città e non se capisce il motivo. La Via Salaria, solitamente congestionata, ha raggiunto livelli di paralisi totale. Ma stavolta non è semplice...