Cinema, amati dalla critica non dal pubblico. Ecco i film

0
23

Apprezzati dalla critica ma deludenti al botteghino: è la sorte di alcuni film presentati nel corso di quest’anno.

È il caso de “Le idi di Marzo”, pellicola di e con George Clooney che, uscito lo scorso weekend, ha incassato, nei primi tre giorni di programmazione in Italia, 663 mila euro con la media a sala piu' bassa (2.6). Altro caso sorprendente è “The Artist” di Michel Hazanavicius, già premiato al Festival di Cannes dove ha entusiasmato la critica e in odor di Oscar: uscita in Italia il 9 dicembre (il 7/12 a Roma e Milano), la pellicola ha incassato 230 mila euro. “Scialla! Stai sereno”, l’opera prima di Francesco Bruni vincitrice della sezione “Controcampo Italiano” alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, nelle sale dalla metà di Novembre, ha incassato 2.2 milioni di euro.

Modesto l'incasso anche di un altro film apprezzato al Lido e in corsa per la candidatura alla cinquina degli Oscar come miglior film straniero: “Terraferma” di Emanuele Crialese, uscito il 7 settembre, si e' fermato a quota un milione e seicento mila. Non va meglio al vincitore del Leone d'Oro “Faust” di Aleksandr Sokurov, uscito nel nostro Paese il 26 ottobre e fermo a 453mila euro. Tra gli incassi più bassi di questa stagione, figura anche lo spagnolo Pedro Almodovar: l'atteso “La pelle che abito”, presentato al Festival di Cannes e arrivato in Italia dopo l'estate non ha raggiunto i due milioni di euro (1.796.249). Deludente anche l'incasso di “Jane Eyre”: il film di Cary Fukunaga con Mia Wasikowska e Michael Fassbender, uscito il 7 Ottobre, ha registrato al botteghino solo 341 mila euro.