Magical Quartech

0
53

Ogni gruppo ha la propria particolarità, è vero. Ad alti (ma anche medi) livelli ogni band deve possedere quella carta vincente, quell’elemento scenico distintivo che le possa permettere di colpire ancor di più l’osservatore, aldilà della musica proposta, e dargli un motivo in più per prestarle attenzione. Nel caso dei Quartech non si potrebbe parlare, in questo senso, delle “bizzarre movenze” del bassista Stefano Bruno durante i concerti… scherzi a parte, al contrario, interessante è lo stand di tastiere di Francesco Bianchi, abbastanza insolito per un pianista, di norma seduto e coperto da un apparecchio che raramente non supera i duemila Euro di prezzo. A completare la formazione, Massimo Montagna ed Antonio Soncina, in uno psichedelico e frizzantissimo progetto fusion-progressive metal totalmente strumentale: molto scontato, quasi banale, citare i Liquid Tension Experiment ed i Dream Theater come influenze principi del gruppo, con i loro tempi dispari e le velocissime melodie di piano, basso e chitarra.

La tecnica cristallina dei quattro capitolini viene esaltata dal dinamismo delle loro canzoni, in rimando a band quali Planet-X e Tribal Tech. “Nonostante l’età, ahinoi, avanzata non ci permetta di sognare troppo – confessa Francescoil nostro obiettivo è realizzare un disco e suonare di fronte ad un pubblico che apprezzi la nostra musica. Sarebbe inoltre bellissimo aprire i concerti di band affermate”. Non è mai tardi per sognare, anche se in musica non è proprio così, purtroppo. Non sono molte, in ogni caso, le band in grado di tenere il palco come fanno loro, a quasi quarant’anni, e suonare con le grandi pulizia e precisione che li contraddistingue. Esperienza e passione portano a questo.

I Quartech, insieme da inizio 2010, sono al lavoro per il loro secondo demo (il primo risale a circa un anno fa) ed hanno avuto il piacere di aprire il concerto della prog-band finlandese Taipuva Luotisora e, in un’altra occasione, quello dei Solid Vision Band di Charlie Domenici, oltre che partecipare a diversi contest a Roma e provincia. Quando si dice, la musica non ha età…

Marco Reda

 

http://www.myspace.com/quartechMySpace page

http://www.facebook.com/groups/109214249116722/Facebook open group
 

Finger In The Ass” LIVE @ MiniFestival Progressive Rock and FingerPicking 2011