WAKE UP CALL Live @ Porky’s Pub – 26/01/2012

0
17

Nella scura cornice del Porky’s Pubdi Frascati (uno dei “rivali” del più noto PalaRocknessdi Genzano di Roma) mentre fuori il gelo è da tagliare la pelle, va in scena il concerto dei WakeUpCall, Pop-Rock band romana in forze dal 2009, anticipato dall’esibizione degli Inkbladee seguito da quella dei Full Moon.

Intorno alle 23.40 èRevolutionè la “opening track show”, apertura del primo Ep della band, anticipata da un’energica intro rock: un po’ macchinosa la batteria in questo frangente, per il resto ottima la sintonia tra chitarra e basso, condita dalla presenza scenica di Tommye resa più “forte” dal suo sound diretto e potente, quasi a strizzare l’occhio al punk statunitense. A seguire, The Devil’s Round, in cui i precisi controcanti di Darioe Olivierofanno da supporto al lavoro del frontman dei romani. Ad essere poco supportato, invece, è il solo di chitarra verso il finale di canzone; troppo sbilanciati i volumi in generale, altissima la Gibson di Ollyo almeno non tanto quanto il “quattro corde” del compagno (colpa non loro, è chiaro: è difficile trovare un locale la cui la struttura supporti al meglio l’audio proveniente dalle casse ed i fonici siano altrettanto “attenti” a problematiche varie…). Dopodichè, è l’ora di imbracciare una Ibanez bianca per Tommy, per eseguire l’orecchiabilissima Asshole, dalle sonorità tipicamente pop-rock ma allo stesso tempo leggermente più dure, vicine agli Alter Bridge. Molto emo/punk il bridge, radio friendly il ritornello, come quello di tutti gli altri brani (punto di forza della band, c’è da dirlo).

Con un ritmo spinto e molto gradevole si arriva a Before I Fall, da cui hanno estratto il loro primo videoclip: iniziano a sballare i primi volumi, lo si capisce dalla voce di Tommasoche arriva sempre di meno al pubblico, con qualche imprecisione di troppo dovuta ad un settaggio iniziale che inizia a sfaldarsi sempre di più. E’ poi il turno di Kill Your Dreams, traccia che aprirà il nuovo lavoro dei WakeUpCall, la più punk del concerto, forse anche la meno incisiva (considerazioni personali, per carità…), “riscattata” da una splendida versione della cover Gimme Some Lovin’: i quattro sembrano interagire alla perfezione con Marcoed Alessandrodei Full Moon, ospiti speciali per l’occasione, presentando un riarrangiamento della famosissima canzone degli Spencer Davis Group. Da premiare il tentativo di coinvolgimento di pubblico di Tommy, da togliere il fiato i rapidi assoli di chitarra di Alessandro. Si giunge alla fine dello show e, dopo To Be(“solito” ritornello “paraculo” e strofe musicalmente più serrate), primo singolo del nuovo album (in uscita in Estate, per la cronaca), arriva inaspettatamente il capolavoro della serata, quando si pensava che i WakeUpCallavessero detto tutto del loro stile: Rocking In The Free Worldsintetizza perfettamente la direzione che la band capitolina ha deciso da tempo di intraprendere. Cori  azzecatissimi alla Rev Theory ( o comunque la scena Post/Grunge nordamericana) nei ritornelli, sezione ritmica semplice ma efficace, botta sonora degna di nota e per di più, bassista al “main mic” nella seconda parte (Tommy“retrocesso” ai cori).

Non si scorgono dappertutto tra i gruppi emergenti una così attenta pulizia del suono ed altrettanta precisione stilistica. In un periodo in cui metal e pop italiano sembrano farla da padroni nel panorama musicale della provincia romana, i WakeUpCallpresentano a testa alta il loro progetto, troppo poco considerato nel nostro paese, offrendo uno spettacolo ad alti livelli. Emblematico poi il ringraziamento conclusivo del vocalist, in cui si compiace del fatto che “si è preferito ascoltare un po’ di musica originale piuttosto che grattarsi il culo davanti alla tv, le partite di Roma e Lazio e repliche varie”. Parole giuste, il problema è che pochi la pensano così qui da noi. In ogni caso, l’accoppiata Fornifunziona, il resto pure.

 

Marco Reda

 

1Revolution

2 – The Devil’s Round

3 – Asshole

4 – Christine

5 – Before I Fall

6 – Kill Your Dreams

7 – Gimme Some Lovin’(cover) feat Full Moon

8 – To Be

9 – Rocking In The Free World

 

MySpacepage

Facebookpage